Home Musica Rino Gaetano, il sogno di un matrimonio mai coronato con Amelia

Rino Gaetano, il sogno di un matrimonio mai coronato con Amelia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30
CONDIVIDI

Rino Gaetano non è mai riuscito a sposarsi con la sua amata Amelia. Vediamo perché e scopriamo i dettagli della sua vita e breve carriera

Questa sera, 4 marzo 2021, ci sarà la terza serata del Festival di Sanremo. Ebbene sì, sappiamo tutti che questa sarà la serata dei duetti e delle cover. Aiello, uno dei 26 cantanti in gara, canterà in un duetto con Vegas Jones, Gianna di Rino Gaetano.

Dietro alla vita di Rino Gaetano si sono ricamate cornici di semplicità e irriverenza: ragazzo della porta accanto capace di restare immune alla celebrità, e il fisiologico impulso di sentirsi “arrivati” alla vetta del successo. Scopriamo qualcosa in più sul suo profilo.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2021, Irama si ritira per Covid: Amadeus propone la soluzione

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2021 Elodie conquista con il suo look, il prezzo è da capogiro

Rino Gaetano, chi è stato? La biografia

Fonte Instagram
  • Nome e cognome vero: Salvatore Antonio Gaetano;
  • Nome d’arte: Rino Gaetano;
  • Data di nascita: 29 ottobre 1950;
  • Data di morte: 2 giugno 1981;
  • Età che avrebbe oggi: 71 anni;
  • Altezza: non disponibile;
  • Peso: non disponibile;
  • Instagram: @rinogaetano_official

Rino Gaetano, Salvatorino per i parenti e all’anagrafe Salvatore Antonio Gaetano, nasce a Crotone, sotto il segno dello Scorpione, il 29 ottobre 1950. A chiamarlo Rino, in casa, è soltanto la sorella maggiore, Anna, che contribuisce involontariamente a cristallizzare il nome con cui diventerà celebre.

La famiglia è originaria di Cutro e, quando lui a 10 anni, si trasferisce a Roma. Studia presso il seminario della Piccola Opera del Sacro Cuore di Narni, in provincia di Terni, dove compone la sua prima opera, un poemetto E l’uomo volò.  Infatti Rino ha studiato recitazione e si è interessato anche al teatro, prima di intraprendere il suo viaggio nella musica.

Esiste una pagina Instagram ufficiale, a suo nome, il cui nickname è @rinogaetano_official.

Rino Gaetano, la carriera

Dopo il diploma di ragioniere, il padre provò ad indirizzarlo verso il lavoro in banca. Il cantante aveva altri progetti per la sua vita e così arrivò ad un compromesso con il genitore: in caso di fallimento da musicista, accettava la proposta della carriera bancaria. E’ proprio qui che comincia la sua breve carriera.

Nel 1971 fonda i Krounks, cover band in cui suona il basso. Inizia a scrivere canzoni per i grandi della musica di quell’epoca. Stiamo parlando di Jannacci, De André, Celentano, Bob Dylan, i Beatles.

Nella sua brevissima carriera ha rifiutato qualsiasi etichetta. Con le sue canzoni ha criticato quasi sempre la politica italiana. Brani e testi sicuramente molto forti che in alcuni casi furono addirittura censurati.

Tra le sue canzoni più celebri Ma il cielo è sempre più blu, brano che ne ha consacrato la fama. Poi Gianna, memorabile a Sanremo 1978, AidaNuntereggae piùMio fratello è figlio unico.

Rino Gaetano, la vita privata

La vita privata di Rino Gaetano è sempre stata al centro di polemiche per i suoi eccessi cantati anche in alcune canzoni. Sono tante le donne che – secondo alcune indiscrezioni – sono state al fianco del cantante. Ma l’autore calabrese ha amato davvero una sola donna: Amelia. I due si sarebbero sposati pochi mesi dopo il tragico incidente.

Amelia Conte era solo una studentessa quando conobbe Rino. La donna è sempre rimasta lontana dalle luci dello spettacolo, unica eccezione, è stato un commento sulla fiction dedicata a Rino.

La storia siamo noi, infatti, confessò, parlando della fiction: “Io non mi sento rappresentata nella figura di Irene, la fidanzata di Rino e ritengo che neanche Rino ne sia uscito nella maniera giusta“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da V I L I M A S C H I (@vilimaschi)

Rino Gaetano, la morte

È il 2 giugno 1981 e Rino Gaetano, già sopravvissuto a un terribile incidente stradale nel 1979, muore all’età di 30 anni. Viaggiava da solo, sulla sua Volvo 343 grigio metallizzato, intorno alle 4 del mattino quando invase la corsia opposta e si scontrò con un camion.

L’impatto fu devastante. L’artista distrusse il parabrezza con la testa. L’autopsia rimanda a un possibile malore prima dello schianto. All’arrivo dei soccorsi era in coma, vittima di una grave frattura alla base cranica e molte altre ferite tra volto e torace. Dall’Umberto I di Roma si cerca un posto in un altro ospedale attrezzato per il trattamento chirurgico del suo caso. Nessun ospedale aveva posti liberi per ospitare Rino Gaetano.

Ne viene trovato uno dopo diverso tempo, al Gemelli, ma ormai la situazione non ha margini di speranza. Gaetano muore. I funerali si tengono nella chiesa dove avrebbe dovuto sposare la sua Amelia.

Rino Gaetano, il mistero de “La ballata di Renzo”

10 anni prima della sua morte, Rino Gaetano scrive un brano che suscita un incredibile mistero. La ballata di Renzo racconta la storia di un giovane che perde la vita in circostanze simili a quella che sarà la sua tragica sorte. Il protagonista del testo muore dopo essere stato rifiutato da diversi ospedali, esattamente come accadrà nella realtà al suo interprete.

Rino Gaetano, dove viveva?

Rino Gaetano viveva con i genitori a Roma. Per coronare il suo sogno d’amore e convivere con Amelia, aveva comprato casa a Mentana, nel Lazio, e presto vi si sarebbe trasferito.