Home Televisione Cantante Mascherato chiuso? Il rischio è altissimo: la Rai decida

Cantante Mascherato chiuso? Il rischio è altissimo: la Rai decida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:18
CONDIVIDI

Cantante Mascherato chiuso? La trasmissione di Milly Carlucci rischia di non essere conclusa con gravi accuse agli ideatori della stessa.

Milly Carlucci
Milly Carlucci

La Rai potrebbe prendere una decisione importante e cioè quella di sospendere il Cantante Mascherato ad appena due puntate dal suo inizio. Non c’è niente di certo, ma la trasmissione ha fatto molto discutere già nelle scorse giornate. Un episodio ha scatenato la curiosità del pubblico con numerose polemiche scattate nelle ultime ore.

La sensazione è che davvero dietro alla trasmissione possano esserci delle controindicazioni troppo difficili da accettare. Se il rischio supera le possibilità allora forse davvero è difficile pensare di andare avanti anche se non tocca a noi giudicare. Guardiamo cosa è successo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Malore in diretta al Cantante Mascherato

Cantante Mascherato chiuso? Cosa è successo?flavio insinna cantante mascherato

Ma cosa è successo? Perché il Cantante Mascherato rischia di essere chiuso? Il pubblico sui social network apprende la notizia e ha dei dubbi sul proseguo della trasmissione targata Rai 1. Quello che appare certo in questo momento è che ci saranno anche altre polemiche nei prossimi giorni soprattutto se si andrà ancora avanti.

Partiamo dall’Italia dove nella prima puntata abbiamo visto Baby Alieno rinunciare, dentro c’erano i Ricchi e Poveri con il baffo Franco che ha confessato di aver addirittura paura di morire per la mancanza di aria. Dall’altro lato c’è quanto a Gabrielle che partecipava al Talent in Gran Bretagna. La donna ha percepito una situazione di claustrofobia che l’ha portata ad abbandonare con un malore che ha fatto preoccupare e non poco il pubblico. Sulla scia di queste situazioni si potrebbe decidere di abbandonare il gioco o di adattarlo a queste esigenze.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Ecco due protagonisti

I precedenti

Ci sono precedenti anche in Italia legati a queste situazioni. Tutti ricorderanno infatti quanto accaduto per esempio a Ciao Darwin. La prova del genodrome ha portato a un incidente quasi fatale per un concorrente che ha rischiato seriamente la vita. A quel punto si è deciso di interrompere la prova e di eliminarla anche se storica perché ritenuta troppo pericolosa.

Se vuoi seguire tutti i nostri aggiornamenti seguici anche sui social network, siamo infatti su Facebook e Instagram.

Dall’altro lato invece troviamo una riflessione legata a Giochi senza Frontiere che per anni hanno animato le nostre serate estive per poi terminare improvvisamente. I motivi chiari non si sono mai conosciuti, ma c’è da dire che probabilmente molto dipendesse anche dal rischio delle prove che portavano in molti a rischiare la vita.

Critiche per Il Cantante Mascherato: “Non fa divertire”

Se da una parte gli ascolti tv anche di quest’anno della seconda edizione italiana de Il Cantante Mascherato convince in termini di share ed ascolti tv, continua a non farlo invece per quanto concerne la critica. Almeno in parte.

Alessandra Comazzi, infatti, nella sua famosa rubrica, ha infatti scritto che in questo programma, condotto come sempre da Milly Carlucci, il divertimento dal punto di vista del pubblico a casa è davvero minimo.

Il motivo è molto semplice, stando al suo punto di vista: i giudici, coinvolti in prima persona in questo gioco, riescono senz’altro a rimanere entusiasti di questo interessante e molto particolare format.

Dall’altra parte, però, tutti i telespettatori sembrano essere, secondo lei, tagliati fuori dal meccanismo, risultando un po’ distanti ed estranei alle dinamiche.

A questo fatto la Rai aveva già pensato ed aveva anche, da un certo punto di vista, trovato una soluzione: i social. Tutti i giudici, soprattutto Francesco Facchinetti e Caterina Balivo, hanno chiesto spesso aiuto ai propri follower per indovinare chi si cela sotto la maschera, ma sarà sufficiente per far durare questi ascolti -altissimi- fino alla fine? Staremo a vedere se questa scelta premierà o se, a lungo termine, gli spettatori seduti sui divani di casa si annoieranno.