Home Televisione La Bella e la bestia, conoscete la storia vera? E’ ambientata in...

La Bella e la bestia, conoscete la storia vera? E’ ambientata in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:03
CONDIVIDI

La Bella e la bestia, conoscete la storia vera? In realtà sono esistiti davvero e vivevano in Italia, sulle sponde del lago di Bolsena.

bella bestia storia vera
la bella e la bestia

La Bella e la bestia, la storia vera è ambientata in Italia: i personaggi sono realmente esistiti e vivevano sulle sponde del lago di Bolsena, nel Lazio.

Stasera andrà in onda il live-action ispirato al noto cartone animato della Disney, creato nel lontano 1991 e diventato un classico amato da generazioni intere di grandi e piccini.

Il riadattamento cinematografico vede Emma Watson, nei panni di Belle, accanto a Dan Stevens che interpreta la Bestia e ha riscosso un grande successo riportando l’attenzione sulla storia che ha accompagnato i bambini per secoli. La prima versione della fiaba risale al 1740, scritta da Madame De Villeneuve, ma pare che abbia radici lontane, ad una leggenda ispirata ad una storia italiana.

LEGGI ANCHE -> Emma Watson racconta la sua esperienza incredibile ne La Bella e la Bestia

La Bella e la bestia, la storia vera è ambientata in Italia

bella bestia storia vera
Emma Watson in La Bella e la bestia

La leggenda che ha ispirato la fiaba francese pare abbia radici in una storia vera, quella di Pedro Gonzales e risale al 1500. L’uomo era affetto da ipertricosi, una malattia sconosciuta all’epoca che porta alla crescita incontrollata di peli su tutto il corpo, compreso il volto.

Pedro pare sia stato catturato nelle Isola Canarie dopo la dominazione spagnola ed era stato portato in dono al matrimonio del re di Francia Enrico II con Caterina De Medici. All’epoca era molto in voga avere a corte dei “selvaggi” e a Pedro fu insegnato a comportarsi come un perfetto gentiluomo da esibire nelle migliori occasioni.

LEGGI ANCHE -> La Bella e la Bestia censurato in alcuni Paesi, ecco perchè

Caterina De Medici pare che volesse che Pedro inaugurasse una stirpe di “selvaggi” con le sue stesse caratteristiche fisiche e gli trovò una moglie bella e robusta dalla quale ebbe quattro figli, due dei quali ereditarono la sua malattia. Proprio perchè erano motivo di vanto per i reali, Pedro e la sua famiglia furono immortalati in diversi ritratti che fecero il giro d’Europa e alimentarono la leggenda della “Bella e la bestia”.

La strana famiglia arrivò sul Lago di Bolsena quando venne ceduta dalla famiglia reale francese, in rovina, ai principi di Parma che riconobbero a Pedro lo status di gentiluomo e gli concessero una dimora nel Lazio, in cambio di qualche esibizione pubblica. Questa storia è stata ricostruita in un libro, quello di Roberto Zapperi, “L’incredibile storia di pedro Gonzales e i suoi figli” ed avrebbe ispirato la leggenda alla base del racconto francese de La Bell e la bestia.