Home Cinema Hemingway urla lo scandalo sul set del film “Per chi suona la...

Hemingway urla lo scandalo sul set del film “Per chi suona la campana”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00
CONDIVIDI

Hemingway durante le riprese del film “Per chi suona la campana” ha urlato scandalo di tradimento. Cos’è successo?

Per chi suona la campana film

Come tutti sappiamo esistono due versioni di “Per chi suona la campana“: uno è il celebre romanzo di Ernest Hemingway, una figura di spicco del Novecento e l’altro è la pellicola in onda questo pomeriggio alle ore 16.00 su Rete 4. Un film del 1943 ispirato all’omonimo libro. Diretto da Sam Wood vede come protagonisti Gary Cooper e Ingrid Bergman, proprio quei due personaggi che lo stesso scrittore aveva pensato quando scriveva il suo romanzo. Ma cos’è andato storto?

LEGGI ANCHE —> Isabella Rossellini, l’evento che le ha rivoluzionato la vita

“Per Chi Suona la Campana”, il film che ha tradito il grande scrittore

Per chi suona la campana film

Hemingway avrebbe dovuto essere felicissimo per questa scelta, invece ecco urlare a gran voce “Maledetti, mi avete tradito!”. Per poco non ruppe l’amicizia con il regista Sam Wood. Ma come mai questa tale avversità con la pellicola? Già precedentemente lo scrittore del Novecento si infuriò con la stesura della sceneggiatura di Dudley Nichols, poiché a suo parere questa stesura tradiva il romanzo. L’ira di Hemingway era non solo politica e culturale, ma anche autoriale. L’autore del libro definì quella sceneggiatura “lo schifo più ripugnante che abbia mai letto”. Ma quale fu la risposta del pubblico?

LEGGI ANCHE —> Meryl Streep, quel tragico evento sul set poteva costarle caro

Fortunatamente il pubblico non fu così critico come lo scrittore, ma apprezzò la pellicola portando alla commozione molta gente. Ma ironia della sorte: la pellicola ricevette nove nomination all’Oscar, portò a casa il riconoscimento alla Migliore Attrice Non Protagonista, Katia Paxinou. Un vero e proprio successo che ha sorpreso tutti, ma in particolar modo Hemingway che ne rimase basito e incredulo.