Home Cinema Miriam Leone lutto tremendo: la sua morte sconvolge l’attrice

Miriam Leone lutto tremendo: la sua morte sconvolge l’attrice

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:36
CONDIVIDI

Miriam Leone sta vivendo un grande dolore per la morte di George Floyd che non si sarebbe mai immaginata potesse venire a mancare: il suo post commovente.

miriam leone
Miriam Leone

Non è un momento semplice per Miriam Leone che purtroppo deve fare i conti con un grande dolore causato dalla morte di George Floyd, l’uomo di colore che è stato ucciso per soffocamento da alcuni poliziotti in America.

La sua è una scomparsa molto ingombrante ed il suo cuore si è davvero riempito di un enorme dolore, parzialmente placato dalla notizia del suo matrimonio degli scorsi giorni, poi smentita come news. 

Il suo post su Instagram è diventato subito virale e si sprecano i commenti.

TI POTREBBE INTERESSARE: Miriam Leone, un passato difficile: il racconto drammatico colpisce tutti

Miriam Leone in lutto: il dolore per la sua morte

Miriam Leone sposa fidanzato
Miriam Leone si sposa

Ecco che cos’ha scritto l’attrice:

“Ci penso da stamattina. In memoria di George Floyd, ucciso davanti agli occhi del mondo da un ginocchio a togliergli il respiro per sempre e da delle mani in tasca… E non ci riesco a tenere le mie di mani in tasca e fare finta di niente, nessuno di noi dovrebbe farlo.”

TI POTREBBE INTERESSARE: Miriam Leone, la luce blu risalta le sue forme

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ci penso da stamattina. In memoria di George Floyd, ucciso davanti agli occhi del mondo da un ginocchio a togliergli il respiro per sempre e da delle mani in tasca… E non ci riesco a tenere le mie di mani in tasca e fare finta di niente, nessuno di noi dovrebbe farlo. Questa storia tocca ognuno di noi e dobbiamo fermarci un momento, un respiro, a sentire quanto sia assurdo discriminare qualcuno diverso da noi, perché tutti siamo diversi e tutti siamo la stessa cosa… Umani… Nessuno può pensare di avere l’autorità di togliere il respiro per sempre a un suo simile. Non esiste motivo valido al mondo. Fermiamoci un secondo e dedichiamo un nostro respiro a George Floyd, a tutti coloro che hanno subito la violenza insensata della cattiveria (dis)umana di chi si credeva migliore. Perché mai e poi mai ci si possa assuefare alla cattiveria, fermiamoci un respiro. Vi lascio con una citazione di Martin Luther King: “Dovremo continuamente elevarci alle maestose vette di chi risponde alla forza fisica con la forza dell’anima”. E ancora un respiro.

Un post condiviso da miriam leone (@mirimeo) in data:

Insomma, un vero e proprio dramma per Miriam Leone che dimostra ancora una volta quanto sia assolutamente sensibile a queste tematiche per una persona che, comunque, era un suo collega e, nel suo piccolo, è riuscito a lasciare un segno nella sua vita, anche se a distanza.