Home News Persona disco d’oro, Marracash: “Il mio simulacro”

Persona disco d’oro, Marracash: “Il mio simulacro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:07
CONDIVIDI

Persona è disco d’oro, una grande soddisfazione per Marracash che torna ad altissimi livelli, riuscendo a raccogliere un successo difficile da prevedere almeno in termini di velocità.

Persona disco d'oro, Marracash
Persona disco d’oro, Marracash

Per raggiungere tale successo infatti sono bastati appena una decina di giorni, con il brano che è uscito il 31 ottobre 2019 durante la festività di Halloween che però poco c’entra col brano stesso. Si tratta di un album rivoluzionario, con un concept dietro che fa riflettere e che non si era mai visto. Si parla di 15 brani di cui ognuno rappresenta una parte del corpo umano. Nove di questi sono featuring con grande volontà di regalare coinvolgimento al pubblico che lo ascolta.

Persona disco d’oro, Marracash: “Il mio simulacro”

In merito a Persona disco d’oro ha parlato lo stesso Marracash. Il rapper, come riportato da On Stage, ha specificato: “L’idea del corpo umano ce l’ho da anni. Il mio approccio al disco è stato lungo e molto travagliato. C’è molto di me stesso in questo album, è il mio simulacro. Del resto non ho mai avuto paura di raccontarmi, anzi ne ho bisogno. Mi aiuta a capire e a mettere in atto una catarsi positiva anche perché più si cresce e più cadono le barriere e il peso dell’influenza degli altri. Non è stato voluto ma lo staccarmi dai social mi ha aiutato a scrivere un disco che fosse libero e senza il peso dell’aspettativa”.

Persona si propone dunque di raccontare l’uomo, ma anche l’artista e dunque lo stesso Marracash. La volontà è quella di specificare sempre le proprie emozioni. Tanto che lo stesso rapper ha specificato di non aver nessuna paura di raccontare sé stesso. Un uomo che infatti non rinnega il suo passato difficile, ma che anzi di fronte a questo è riuscito a dare una svolta alla sua vita grazie alla determinazione e alla voglia di raggiungere delle ottime risposte anche nel campo di vita personale più che in quello artistico.