Home Cinema Gipi, Gian Alfonso Pacinotti: quando la grapich novel diventa arte

Gipi, Gian Alfonso Pacinotti: quando la grapich novel diventa arte

Gipi è lo pseudonimo di Gian Alfonso Pacinotti. Questi è un noto fumettista italiano, che ha fatto in carriera anche il regista ricevendo diversi riconoscimenti lungo tutto l’arco della sua vita.

Gipi, Gian Alfonso Pacinottii
Gipi, Gian Alfonso Pacinotti

Nato a Pisa il 12 dicembre del 1963 l’ospite di stasera de L’Assedio ha debuttato con la sua prima opera completa, Esterno notte. Prodotta da Coconino Press nel 2003 ottenne un grandissimo successo con il pubblico italiano. Sicuramente sarà interessante sentirlo parlare da Daria Bignardi dove avrà la possibilità di esprimere tutte le sue idee in modo da far ricadere un po’ l’attenzione anche sui suoi lavori.

Leggi —> Anche Marracash ospite stasera

Gipi, Gian Alfonso Pacinotti: cosa c’entra col cinema?

Gipi, Gian Alfonso Pacinotti, è noto anche per il suo intervento nel mondo del cinema. Lo abbiamo infatti visto regista di ben tre film. Il primo è del 2011 e si intitola L’ultimo terrestre. Si tratta di una pellicola ispirata liberamente alla graphic novel “Nessuno mi farà dle male di Giacomo Monti. L’opera seconda è Smettere di fumare fumando del 2012 e diretta e interpretata proprio da Gipi. Soggetto e sceneggiatura dello stesso autore racconta le difficoltà che si vivono nello smettere di fumare, un documentario commedia davvero molto simpatico.

Infine nel 2018 ha diretto, scritto e interpretato Il ragazzo più felice del mondo. Seguendo la scia del film precedente l’artista decide di interpretare sé stesso, raccontando la sua ossessione di raccontare storie. La produzione è di Fandango mentre le musiche sono di Valerio Vigilar. Il pubblico allora aspetta stasera per vederlo parlare.