Home News Negramaro e Buonvino firmano la sigla di “Tutto può succedere”

Negramaro e Buonvino firmano la sigla di “Tutto può succedere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Tutto può succedere

“Tutto può succedere” è il brano scritto dai Negramaro insieme al compositore Paolo Buonvino per la sigla iniziale dell’omonima fiction – prodotta da Cattleya con Rai Fiction – in onda il prossimo 27 dicembre su Rai 1 per 13 serate .

La serie tv, diretta da Lucio Pellegrini, è il remake della serie americana Nbc “Parenthood”, la cui sigla è il capolavoro di Bob Dylan “Forever Young”.

“E’ un piacere che abbiamo voluto concederci per la seconda volta quello di collaborare con lo straordinario amico e compositore, Paolo Buonvino – racconta Guliano Sangiorgi – e sicuramente è un grandissimo onore quello di aver scritto la sigla di una serie tv che nella versione originale ha l’immenso Bob Dylan”.

“Tutto può succedere” è un family che vede protagonisti nella versione italiana Pietro Sermonti, Maya Sansa, Ana Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Camilla Filippi, Fabio Ghidoni, Licia Maglietta e Giorgio Colangeli.
Una storia moderna ed emozionante dove la musica e la colonna sonora hanno un ruolo centrale nel racconto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I Negramaro sono la più importante rock band italiana, dopo il grande successo di “Attenta” da oltre tre mesi ai vertici dell’airplay italiano, è appena uscito in radio il nuovo singolo “Il posto dei santi” estratto dal fortunato album “La rivoluzione sta arrivando” (Sugar) che ha appena conquistato il Disco Di Platino ed è stabile in vetta alle classifiche di vendita.

Continua anche il successo di “La rivoluzione sta arrivando tour” che vede i Negramaro nei principali palasport italiani fino al 20 dicembre con date raddoppiate e triplicate in molte città. Uno spettacolo sorprendente (per l’impatto scenografico, il suono e gli effetti speciali) che conferma la band salentina come la più importante rock band italiana. Il tour è partito subito a suon di sold out nelle prime date ed ha registrato il tutto esaurito anche il 21 novembre a Bari, il 26 a Roma e il 2 dicembre ad Acireale (CT).