Home Cinema Con “Uscio e bottega” torna in dvd la commedia fiorentina

Con “Uscio e bottega” torna in dvd la commedia fiorentina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30
CONDIVIDI

Uscio e bottega

Il titolo “Uscio e bottega” fa riferimento al modo di dire diffuso a Firenze ai tempi in cui era possibile lasciare sempre aperta la porta della propria abitazione, in quanto vi era grande solidarietà tra gli abitanti dei vari quartieri.
Ma è anche il titolo della trasmissione televisiva cui viene invitato – dopo aver appositamente scritto alla RAI – il disamorato spettatore Lapo Corsini, interpretato dallo stesso Brunetto Salvini che, visto nei pieraccioniani “Il pesce innamorato” e “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, è, inoltre, autore del libro “C’era una volta porta a porta” che ha fatto da fonte d’ispirazione per il lungometraggio diretto da Marco Daffra.
Lungometraggio datato 2014 e che, nel raccontare il viaggio del protagonista alla volta di Roma insieme all’amico Mancuso alias Fulvio Ferrati, coinvolge non pochi volti; dal Niki Giustini de “Gli amici del bar Margherita” a Novello Novelli, passando per la Daniela Morozzi del telefilm “Distretto di polizia” e, nei panni di se stessi, il comico Giorgio Panariello e l’ex calciatore Giancarlo Antognoni.
Senza contare il Cristiano Militello inviato di “Striscia la notizia” nel ruolo di un cardinale ed il compianto Carlo Monni – cui il film è dedicato – in quello del Papa, che invita Lapo ad un colloquio privato dopo che questo – seguito con trepidazione da conoscenti e parenti davanti al maxischermo nei giardini del circolo davanti a Ponte Vecchio – si è fatto notare in tv sfoderando irriverenti domande rivolte ai politici, alla Chiesa e all’esercito.
Man mano che un capoluogo toscano da cartolina fa da sfondo a quasi un’ora e mezza di leggera visione non priva di zingarate alla “Amici miei” e che è Nuova Alfabat a rendere disponibile su supporto dvd.
Con trailer e galleria fotografica nella sezione riservata ai contenuti speciali.

Francesco Lomuscio