Home Cinema Fatichi ad impegnarti? Questo film sulla crescita personale parla proprio di te

Fatichi ad impegnarti? Questo film sulla crescita personale parla proprio di te

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:59

Molte volte possiamo essere pochi sollecitati all’impegno. Una spinta potrebbe essere data dai film che mettono in campo una crescita personale. Questa pellicola parte proprio di te.

Mette in campo tutto l’impegno necessario non è sempre facile. Ci possono essere dei momenti dove impegnarsi è davvero molto difficile. Cosa che può incidere in ogni contesto, dallo studio al lavoro fino alle attività di svago. Avere la testa da un’altra parte può essere anche sinonimo di mancanza di stimoli.

Film motivazionale
Fonte foto: Adobe Stock

Avere pochi stimoli può portare ad una situazione piatta. La fatica si sente sempre di più e impegnarsi diventa una vera sfida. Un aiuto può arrivare anche dal cinema. Ci sono tantissimi film che parlano di risalite e crescita personale. Pellicole che mettono al centro di tutto la forza di volontà e lo spirito di sacrificio. Tutto per sovvertire quel momento.

Il cinema mette in campo tantissimi argomenti. Possono fornire una grande mano a realizzare qualcosa, fino a qualche momento prima, di impensabile. Proprio in questo contesto rientra una delle pellicole più amate al mondo “La ricerca della felicità” diretto da Gabriele Muccino e Will Smith come protagonista.

Crescita personale e motivazione, il film “La ricerca della felicità” parla di te

“La ricerca della felicità” ha significato tanto per le persone e per il mondo del cinema. Una pellicola che mette luce sulle vicende di Chris Gardner interpretato da Will Smith. Chris è un venditore nella San Francisco degli anni Ottanta che però ha moltissime difficoltà. La situazione economica si fa sempre critica. Dopo molte promesse non mantenute, sua moglie lo lascia.

Poco dopo, Chris entra come stagista alla Dean Witter. Nell’azienda partirà dal fondo e dovrà studiare e lavorare molto. Tutto questo avendo cura di suoi figlio. Dovrà affrontare un corso di sei mesi dove solo uno sarà assunto. Corso in cui nessuno verrà pagato. In quel momento, viene anche sfrattato dato che non può più pagare il proprietario ma lui non molla.

Si divide sempre più tra il lavoro e suo figlio. Quest’ultimo crede fortemente in lui, cosa che porta Chris a non demordere tenendo sempre presente il suo obiettivo. Alla fine, nonostante vari momenti complessi, riesce a conquistare l’unico posto di lavoro così da avere una vita, per lui e suo figlio, più che dignitosa.

Questa pellicola è sicuramente motivazionale. Tocca tutti gli aspetti possibili, dal fondo fino alla risalita e alla definitiva stabilizzazione. Un film, quindi, che potrebbe collegarsi a tantissime persone. Le stesse che sono hanno toccato un punto basso ma alla fine si sono realizzate. Una realizzazione che non ha fatto felice solo il diretto interessato ma anche tutti i suoi più stretti affetti.