Home News Dramma Al Bano: “Ho bevuto fino a stordirmi”

Dramma Al Bano: “Ho bevuto fino a stordirmi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Dramma Al Bano, il noto cantante torna a parlare di una delle tragedie più grandi della sua vita e lascia il pubblico ancora una volta senza parole.

Albano Carrisi
Albano Carrisi

Libero ha svelato una parte della sua nuova autobiografia dove ha raccontato il dolore per la scomparsa di Ylenia primogenita del suo matrimonio con la famosissima Romina Power. Spiega: “Ho nutrito per molti anni la speranza, ma oggi so che se n’è andata tra le acque di quel fiume. Prima di aggiungere alla mia autobiografia la parte sulla sua scomparsa ho bevuto fino a stordirmi. Poi ho deciso di chiamare il giornalista che ha collaborato alla stesura e ho dettato senza nemmeno rileggere quanto avevo detto“.

Dramma Al Bano: “Ho bevuto fino a stordirmi”

Al Bano ha vissuto un vero e proprio dramma per la scomparsa di sua figlia Ylenia, la sua primogenita. Poi però per forza di cose ha dovuto voltare pagina, anche se quella ferita è rimasta pesante e pressante dentro di lui. Una figlia che è scomparsa ha sicuramente portato a vivere la vita in un modo diverso, a cambiare e a provare un dolore che nemmeno lui si aspettava di potersi portare dentro al cuore.

Dopo Ylenia infatti sono nati Cristel, Romina, Yari, Yasmine e Albano Jr. Una famiglia che si è allargata grazie alle due donne che ha amato con tutto il cuore e cioè Romina Power e Loredana Lecciso. Un uomo che negli anni ha fatto innamorare il pubblico non solo della sua splendida voce, ma anche della sua immensa e dolcissima famiglia spesso ospite nei salotti della televisione italiana.

Leggi anche —> La storia di Ylenia Carrisi

La storia di Ylenia Carrisi

Ma come andò veramente la storia della scomparsa di Ylenia Carrisi. Nata il 29 novembre del 1970 si data al 6 gennaio del 1994 la sua morte presunta. Aveva iniziato una carriera da showgirl. La storia della scomparsa ha occupato le pagine di cronaca del tempo, ma il mistero si è sviluppato lungo i giorni nostri visto che per lungo tempo c’è stata la speranza che la ragazza potesse essere ritrovata. Una cosa che purtroppo non è arrivata con la data della morte che è stata data postuma in maniera presunta.