Home Televisione Lucia Ocone perché non ha figli? “Si può essere felici anche senza”

Lucia Ocone perché non ha figli? “Si può essere felici anche senza”

Lucia Ocone ha 45 anni e anche lei subisce diverse domande sul perché ancora non abbia dei figli, domande frutto di una vera e propria pressione sociale a suo dire.

Lucia Ocone

Lucia Ocone è un’amatissima attrice e imitatrice. La sua carriera è esplosa negli anni 2000 nei programmi della Gialappa’s ma poi è proseguita anche al cinema e in alcune fiction. Proprio al cinema sta per tornare con un nuovo film, diretta per la quinta volta da Fausto Brizzi. Nel cast anche Claudio Bisio. Il film si intitola Se mi vuoi bene. Oggi i due interpreti saranno entrambi ospiti di Silvia Toffanin a Verissimo.

Leggi anche –> Lucia Ocone, chi è: al cinema nel nuovo film di Fausto Brizzi, con Claudio Bisio

Lucia Ocone, niente figli nella sua vita

Oggi l’attrice ha 45 anni e come molte donne della sua età subisce diverse domande in merito alla sua situazione sentimentale e soprattutto alla mancanza di figli, nella sua vita. Domande che spesso vengono poste senza alcun tatto e senza rendersi conto di quanto possano essere inopportune e inappropriate.

Domande di una violenza inaudita” ha detto in un’intervista rilasciata a Vanity Fair. E ha aggiunto: “Se una donna è arrivata a quarant’anni sola, una ragione c’è sempre. Può essere stata una libera scelta, ma anche non aver fatto l’incontro giusto. Ci sono anche tante donne che i figli non li possono avere e per le quali quella domanda è una vera coltellata. La gente dovrebbe pensare prima di parlare”.

Dai 40 anni in su diventa una vera e propria pressione sociale, quella nei confronti delle donne non sposate e non madri. “Perché una donna che a quarant’anni non ha una famiglia deve essere considerata una fallita? È una cultura primitiva quella che considera il valore di una donna solo in quanto moglie e madre. Conosco un sacco di coetanee che, come me, non hanno marito né figli, ma si sentono felici e realizzate lo stesso”, ha spiegato.

Eppure, per la società è inaccettabile. Ed è impossibile che si possa essere felici anche senza un marito e dei figli. “Per quanto risponda e poi concluda che sta bene lo stesso, non convince. Ti guardano sempre con quell’aria tra la pena e lo scetticismo, si capisce che non ti credono. Io difendo il fatto che si possa essere felici anche senza marito e figli perché si è fatto un percorso, si è trovato un equilibrio. Anche io cerco l’amore, chi dice che è single per scelta mente. Ma sposarsi o procreare perché si deve, perché questo vogliono da te gli altri, è sbagliato e crea infelicità”.