Home News Funerali Gigi Proietti, altro artista sta morendo? “Ci vediamo presto”

Funerali Gigi Proietti, altro artista sta morendo? “Ci vediamo presto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14
CONDIVIDI

Ricordo struggente ai Funerali di Gigi Proietti con un altro splendido artista che ha fatto pensato di stare male. Le sue parole sono veramente forti.

Funerali Gigi Proietti
Funerali Gigi Proietti

Marisa Laurito è stata davvero straordinaria anche se la sua voce è stata rotta dal pianto di un ricordo clamorosamente doloroso. La donna alla fine si è rivolta verso la bara del collega e amico e gli ha sottolineato: “Ci vediamo presto”. La speranza è quella che si tratti solo ed esclusivamente di un saluto e non di un annuncio in diretta di una malattia ancora sconosciuta. La Laurito è stata poi abbracciata dalla figlia di Gigi che ha dimostrato grande emozione di fronte a una morte così dolorosa.

Leggi anche —> Perché non ha figli?

Funerali Gigi Proietti, le parole che non ti aspetti

Marisa Laurito
Marisa Laurito

Marisa Laurito è stata una delle più commosse ai funerali di Gigi Proietti al quale ha rivolto un pensiero davvero importante. L’attrice è nata a Napoli il 19 aprile del 1951 ed è amatissima dal pubblico italiano per essere stata anche cantante, cabarettista e conduttrice. Con una vena comica clamorosa ha ricordato Gigi con un saluto che ha commosso il pubblico. Il suo debutto al cinema era arrivato nel 1976 con Perdutamente tuo… mi firmo Macaluso Carmelo fu Giuseppe di Vittorio Sindoni.

Leggi anche —> Chi è il compagno?

Le serie tv anche sono state suo campo di competenza così come il piccolo schermo dove era approdata nel 1975 in Li nepute de lu sinneco di Eduardo De Filippo. Donna straordinaria e di grande simpatia è rimasta fuori dal cinema dal 2003 quando ha chiuso, speriamo momentaneamente, la sua carriera nel 2003. In tv invece l’ultima volta l’abbiamo vista nel 2014 quando ha lavorato al programma Zecchino d’oro, rassegna di musica canora per i più piccoli. Ovviamente le sue parole hanno scosso perché con quella durezza di chi ha avuto voglia di sottolineare il suo dolore, ma anche di specificare che non ha paura di salutarlo e sperare di rivederlo in Paradiso. Di certo ha commosso anche se qualcuno si è spaventato.