Home News Heather Parisi, la confessione: “Ho sofferto di bulimia. Per Lorella? Provo…”

Heather Parisi, la confessione: “Ho sofferto di bulimia. Per Lorella? Provo…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06

Heather Parisi si confessa ai microfoni di Verissimo. La showgirl ha parlato dei suoi disturbi alimentari e del suo rapporto con Lorella Cuccarini

Heather Parisi si confessa ai microfoni di Verissimo.

La showgirl durante il programma ha “vuotato il sacco” e ha parlato della sua vita e della sua carriera non trascurando particolari importanti.

Heather Parisi, la confessione…

“Ho sofferto di bulimia…” ha esordito Heather Parisi in televisione- Nel periodo in cui a Milano facevo Fantastico 4 con Gigi Proietti, ero talmente infelice della mia vita privata che mangiavo di tutto e poi vomitavo l’anima. Sono riuscita a pesare 43 chili e più mi dicevano che ero troppo magra, più continuavo a mangiare e poi a vomitare. Il mio problema – prosegue – è che avevo accanto delle persone terribili che mi hanno portato a prendere decisioni sbagliate. Grazie a mio marito Umberto Maria, senza medicinali e senza terapie mentali, piano piano ne sono uscita”.

Il rapporto con la “nemica” Lorella Cuccarini

In merito al suo rapporto con la “nemica” Lorella Cuccarini, Heather Parisi non ha mostrato ne odio ne ammirazione, semplicemente indifferenza. ” Lei non è niente per me- ha detto -Provo indifferenza. Non fa parte della mia vita”.

In ultimo, visto che da diverso tempo vive ad Hong Kong, è stata d’obbligo una domanda su se si sentisse al sicuro in quanto spesso la città è stata teatro di scontri anche violenti. “Sono mesi complicati ad Hong Kong, ma non abbiamo paura- ha esordito Parisi- La violenza c’è, ma basta evitare alcune zone. Durante il weekend succede sempre qualcosa, ma poi tutto torna normale. Viviamo con la speranza di un futuro migliore, sono ottimista”.

Dunque un odio che si trasforma in indifferenza e una confessione mai fatta prima.

Heather Parisi è da molto che non calca i palchi italiani e queste ultime confessioni hanno fatto alquanto “breccia”.