Home News “Circuito Chiuso”, un cortometraggio sul precariato realizzato grazie ai social network

“Circuito Chiuso”, un cortometraggio sul precariato realizzato grazie ai social network

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:19
CONDIVIDI

I Social Network sembrano ormai essere punto di riferimento per ogni umana iniziativa. E’ infatti grazie a una raccolta fondi organizzata sul web che è stata resa possibile la produzione di un cortometraggio dedicato al lavoro precario, in particolare quello dei cinquantenni. È “Circuito Chiuso” il nome del lavoro che sarà proiettato domani, in anteprima, alla “Casa del Cinema” di Roma. I micro-finanziamenti dai social network provengono da persone che hanno voluto testimoniare il loro impegno contro il dramma del precariato attraverso il sostegno al progetto che, grazie a tantissime donazioni di pochi euro, ha potuto essere realizzato.La trama? Semplice quanto tragica. Il protagonista e’ un padre di famiglia 50enne che ha perso il proprio posto di lavoro ed e’ alla ricerca di un nuovo impiego per riconquistare la dignita’ perduta. Il corto racconta il dramma di questa condizione, e gli effetti negativi e devastanti che ha su tutti gli aspetti della vita.

Pasquale Zumbo