Home Televisione Solo per passione è tratto da una storia vera? La vera Letizia...

Solo per passione è tratto da una storia vera? La vera Letizia Battaglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Su Rai 1 andrà in scena la miniserie Solo per passione. Un prodotto molto atteso ma è tratto da una storia vera? Scopriamolo insieme.

I prodotti Rai hanno sempre una grande attenzione. In questi ultimi anni, specialmente su Rai 1, sono state tante le produzioni che hanno suscitato un certo interesse. Uno di questi, di prossima messa in onda, sarà Solo per passione. Una miniserie che, già solo dal trailer, ha innescato grande curiosità. Molti si chiedono se sia tratto da una storia vera. Ecco come stanno le cose.

Solo per passione - Letizia Battaglia fotografa
Instagram

Solo per passione si appresta a diventare uno dei prodotti maggiormente seguiti. Una produzione curata nei minimi dettagli e che porta alla luce diversi aspetti. Segno di come la Rai voglia non solo garantire qualità ma, in un certo senso, anche cultura ai propri telespettatori. Ecco, Solo per passione rientra nel contesto di quei prodotti che riescono a collegare le due cose.

Solo per passione sarà una miniserie di due puntate. Un prodotto breve ma intenso in cui si racconterà la storia della fotografa Letizia Battaglia. La fotoreporter è stata testimone di vari periodi durissimi della storia italiana. Un racconto di una grande protagonista del nostro Paese, per questo molto intenso. Vediamo insieme cosa dobbiamo aspettarci dalla miniserie Solo per passione – Letizia Battaglia.

Solo per passione – Letizia Battaglia fotografa: una storia vera

Domenica 22 maggio e lunedì 23 maggio, la serata di Rai 1 si legherà alla figura di Letizia Battaglia. La messa in onda avviene in date non scontate dato che si parla di Giornata della Legalità e si ricordano i 30 anni dalla strage di Capaci. Tramite il suo obiettivo, Letizia Battaglia ha raccontato con estrema passione quei sanguinosi anni caratterizzati dalla mafia siciliana.

Letizia Battaglia ha lavorato in prima linea come fotoreporter in periodi durissimi per l’Italia. Ci riferiamo agli “anni di piombo” che tanto hanno fatto male. Nella sua vita non è stata solo una fotografa ma anche regista, ambientalista e assessore dei verdi con la giunta di Leoluca Orlando. Inoltre, ha cofondato il centro di documentazione “Giuseppe Impestato“.

La miniserie si concentrerà soprattutto sul lavoro fotografico di Letizia Battaglia. Un lavoro che, spesso, è stato definito come “straziante e potente”. All’estero, in tal senso, è stata definita come la fotografa della mafia. I suoi scatti hanno raggiunto una fama a dir poco internazionale. Insomma, la fotoreporter ha saputo raccontare un vero calvario di Palermo. Letizia Battaglia è riuscita a farsi spazio in un mondo da sempre femminile dando tutta la sua personalità. Alla documentazione, fredda, dei fatti si è uscito un punto di vista poetico regalato dalla sua macchina.

Insomma, le immagini regalate alla storia di Letizia Battaglia inducono non solo ad essere viste con particolare attenzione ma anche a riflettere. Insomma, la storia che racconterà Solo per passione non sarà solo vera ma avrà anche un deciso e significativo impatto sui telespettatori.