Home Televisione Irene Walker Vite al limite, la donna da 273 kg, che fine...

Irene Walker Vite al limite, la donna da 273 kg, che fine ha fatto?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

Tra i percorsi più complessi e difficili presentati da Vite al limite c’è quello di Irene Walker. Ancora oggi molti si chiedono che fine abbia fatto. Scopriamolo insieme.

Vite al limite è una trasmissione che ha avuto la capacità di far luce su situazioni a dir poco complicate. Il docu reality, infatti, è riuscito a fare breccia nell’interesse sia del pubblico americano sia di quello italiano. Proprio per questo motivo, le puntate sono sempre seguitissime. Anche perché, ogni protagonista ha qualcosa da raccontare e, in qualche modo, insegnare.

Irene Walker, Vite al limite
Screen Tv

Quello che più lega il pubblico alle storie è il lato emotivo. Le tante storie portano a capire come sia stato possibile il verificarsi di quella situazione di obesità. Sorge, poi, la forza di volontà di riprendere in mano la propria vita. Fino ad arrivare ad iniziare un percorso che di facile non ha nulla. Con, alla fine, la forte curiosità da parte del pubblico di sapere che fine abbiano fatto i vari protagonisti.

Il programma ha vissuto tantissime edizioni. Anche se, negli ultimi tempi, si è sempre più diffusa la voce di un Vite al limite cancellato. Una notizia che ha fatto disperare i fan. Al di là delle voci, tante sono state le vicende raccontate. Una di queste riguarda il percorso turbolento di Irene Walker. Andiamo a scoprire la sua storia e che fine ha fatto.

Il percorso a Vite al limite e che fine ha fatto Irene Walker

La prima visita nella clinica del Dr. Now ha segnato un peso di 273 chili. Dopo quel momento, la Walker è entrata nel percorso dedicato dal Dottor Nowzaradan. Un percorso che, come sappiamo, porta all’operazione chirurgica.

All’inizio, la strada è stata in salita. Nonostante la buona volontà, Irene Walker perse solamente 7 chili in due mesi. Mentre l’obiettivo era di 60 chili. Alla fine dell’anno riuscì a toccare solo 31 chili persi. Una cifra che non le ha permesso di operarsi. Ma il Dottor Nowzaradan le ha concesso un’altra possibilità. Così la donna è riuscita a perdere 68 chili.

Purtroppo, però, è sorto l’ennesimo intoppo. Per colpa della pandemia e delle conseguenti restrizioni per il Covid non è stato possibile organizzare l’intervento. Nel frattempo, però, il Dr. Now ha consigliato di continuare a lavorare e perdere altri 10 chili con l’avvicinarsi dell’operazione. La sua storia si conclude qua, non ci sono informazioni su Irene Walker oggi. La forza di volontà era alta e, quindi, ci sono buone probabilità che il suo percorso sia proseguito.

Vite al limite, la complicata storia di Irene Walker

Come molte storie di Vite al limite, anche quella di Irene Walker non è stata affatto semplice. La 39enne, di Houston, si è presentata nella clinica del Dottor Nowzaradan nel pieno della pandemia. Fin da subito, la donna ha svelato che non fa altro che mangiare. Lei vive insieme al figlio, sua nipote e sua nuora perché non è più indipendente.

Per lei, il cibo è diventata una zona sicura e di conforto. Soprattutto quando sua madre ha lasciato i padre violento. Da quel momento, le cose sono degenerate. Si è innamorata di un uomo anche lui violento con cui, a 17 anni, ha avuto una figlia. Nel giro di pochi anni ha perso sua madre, la sua sorella maggiore e sua zia. È andata a vivere in un rifugio per donne e bambini. Ma ha dovuto abbandonarlo perché rimase incinta. Lei, infatti, ha avuto altri tre figli. Non solo cibo, ma la vita di Irene è stata segnata anche dall’alcol e dalle droghe cosa che ha permesso agli assistenti sociali di portare via i suoi figli più piccoli.