Katia Ricciarelli, qual è il nome vero? Ecco perché lo ha cambiato

Katia Ricciarelli è un volto popolarissimo dal grande pubblico italiano. Ma lo sapete che il suo è un nome d’arte? Ecco come è registrata all’anagrafe.

La famosissima cantante lirica italiana ha alle spalle una lunga e prestigiosa carriera musicale che l’ha portata in giro per il mondo. Un percorso iniziato alla fine degli anni Sessanta e che l’ha portata ad essere stimata dal grande pubblico.

Katia Ricciarelli
Getty Images

Katia Ricciarelli è uno dei volti più popolari della televisione e della musica lirica. Negli anni si è fatta conoscere non solo dal punto di vista professionale, visto che è sempre stata considerata uno dei più grandi talenti al mondo, ma anche dal lato che riguarda la sua sfera più intima e privata.

La soprano in tantissimi anni di attività ha girato il mondo e calcato i palcoscenici più importanti. Una carriera che è iniziata nel 1969 quando è uscita sul palco a Mantova per La Bohème. Da quella prima volta la soprano non si è fermata più ed è conosciuta in tutto il mondo con questo nome.

Non tutti sanno infatti che questo che utilizza e con cui siamo abituati a chiamarla è un nome d’arte. La Ricciarelli infatti all’anagrafe è scritta con un nome differente. Scopriamo qual è il suo nome reale e perché ha deciso di chiamarsi così.

Katia Ricciarelli ha amato proprio lui: sorprendente rivelazione

Katia Ricciarelli, un nome d’arte per la carriera: ecco come si chiama veramente

La soprano in oltre cinquant’anni di carriera si è fatta conoscere anche da un punto di vista personale. Questo grazie anche alla partecipazione in reality show come La Fattoria e il Grande Fratello Vip. Ma poco prima di aver iniziato la sua carriera nella musica lirica ha deciso di cambiare nome.

All’anagrafe infatti Katia è registrata con il suo nome di battesimo Catiuscia Maria Stella Ricciarelli. Non tutti sanno che l’ex moglie di Pippo Baudo ha ereditato il cognome Ricciarelli dalla madre. Lei infatti è il frutto dell’amore della madre, rimasta vedova prima della sua nascita di un uomo che si è arruolato volontario per la campagna russa durante la guerra, con un uomo tedesco che non ha mai conosciuto.

La scelta di chiamarsi Katia, plausibilmente, è per usare il diminutivo del suo primo nome, senza sconvolgere le sue origini. Mentre ha tenuto il suo cognome ed ha tolto artisticamente gli altri due nomi.

Come accennato in precedenza, Katia ha debuttato nel 1969. Ma per la popolarità ha dovuto attendere due anni, quando nel 1971 vince il Concorso Internazionale Voci Verdiane della Rai che la consacra definitivamente nel mondo della lirica nazionale e la lancia in una carriera internazionale.

Qual è il vero nome di Massimo Ranieri? Ecco il motivo della scelta

Basti pensare che ha calcato palcoscenici di teatri importantissimi come quello di New York, Londra, Milano, Chicago e altri. Il nome di Katia Ricciarelli ha raggiunto il massimo della popolarità negli anni Settanta e nei primi anni Ottanta propio con il suo nome d’arte.

Gestione cookie