Home Serie TV Gomorra, come nella serie tv: attore arrestato dalla polizia

Gomorra, come nella serie tv: attore arrestato dalla polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:11

Proprio come se fossimo nella serie tv di Sky, l’attore di Gomorra è stato arrestato dalla polizia. Ecco cosa è successo e di chi si tratta.

Gomorra - La serie, poster

Poco prima di Natale abbiamo visto il grande finale della fortunata serie di Sky Italia Gomorra, nata dopo il film di Matteo Garrone del 2008. Le vicende dei clan camorristici si sono concluse con la quinta stagione, dove gli spettatori hanno salutato definitivamente i loro personaggi preferiti ideati da Roberto Saviano, uno degli sceneggiatori dello spettacolo.

Sappiamo molto bene quanto la serie televisiva abbia nato un’immensa notorietà agli attori protagonisti. Basti pensare a Marco D’Amore, che interpretava Ciro Di Marzio detto “L’Immortale”, e Salvatore Esposito, che vestiva i panni di Gennaro Savastano detto Genny. Ma non solo loro, lo spettacolo ha dato grande visibilità anche agli altri personaggi.

Tra questi troviamo Vincenzo Sacchettino, il noto “Danielino” della serie targata Sky. L’attore si è reso protagonista di una delle scene ormai diventate iconiche. Nello spettacolo Danielino viene ucciso a sangue freddo da Salvatore Conte. Il boss, dopo averlo abbracciato e aver pronunciato la famosa frase “Vien’accà, vienete a piglià ‘o perdono”, gli ha sparato un colpo, colpendolo a morte.

Salvatore Esposito, la rivelazione inaspettata: “Non sapevo a cosa andavo incontro”

L’attore di Gomorra ci ricasca: “Danielino” arrestato un’altra volta

Vincenzo Sacchettino ha 23 anni ed è diventata famoso al grande pubblico per aver vestito i panni di “Danielino”. Il giovane ragazzo napoletano aveva precedenti penali, in quanto nel 2019 è stato arrestato per spaccio dalla polizia perché trovato in possesso di sostanze stupefacenti.

A distanza di oltre due anni da quell’episodio, Vincenzo è stato coinvolto un’altra volta in un arresto. Il ragazzo infatti è stato arrestato dalla polizia nel quartiere rione Scampia di Napoli. Sacchettino era a bordo di una macchina con una pistola. Quando è stato scoperto ha cercato di scappare per ben due volte ma è stato fermato dalle forze dell’ordine entrambe le volte.

L’accusa è quella di porto abusivo di arma, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale e ricettazione. Il ragazzo infatti appena ha visto la polizia che lo aveva intercettato da lontano ha deciso di tentare la fuga, ma con esiti nefasti. Una seconda fuga l’ha tentata durante l’identificazione, ma anche questa volta è stato raggiunto e bloccato.

Daniela Maiorana fidanzata Marco D’Amore: da quanto stanno insieme?

Durante l’arresto e la perquisizione, gli agenti della polizia di Napoli hanno rinvenuto nell’auto un telescopio in ferro, mentre addosso gli hanno trovato due telefoni cellulari, una chiave di un’altra vettura ed una pistola calibro 45 che era stata rubata nell’aprile del 2012.