Home Televisione Serena Bortone, il “rimprovero” in studio: “Non vi ricordate niente”

Serena Bortone, il “rimprovero” in studio: “Non vi ricordate niente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:24

Nuovo appuntamento con Serena Bortone ed il talk show Oggi è un altro giorno. Durante la puntata la conduttrice ha “rimproverato” i suoi “affetti stabili”. Ecco cos’è successo.

Serena Bortone (Instagram)
Serena Bortone (Instagram)

Puntuale come tutti i giorni, Serena Bortone è tornata nello studio di Oggi è un altro giorno con un altro interessante appuntamento. Gli ospiti previsti in puntata durante la puntata di giovedì 11 novembre del talk show sono davvero molti.

La prima intervista fatta è stata a Nicola Di Bari e la figlia Annamaria. Nell’occasione ha raccontato anche il perché ha scelto quel nome d’arte. Un momento concluso con l’esibizione corale del brano La prima cosa bella, dove al pianoforte

Poi subito spazio ad un’altra intervista, quella a Giuseppe Ciontoli. Il cantante ha avuto modo di raccontare la sua vita, dall’infanzia difficile a causa del padre che non l’ha riconosciuto al successo come cantante, passando per l’ex esperienza come frate.

Poco prima di entrare nel vivo dell’intervista, la giornalista e conduttrice del programma ha “rimproverato” gli “affetti stabili” che erano con lei in puntata. Vediamo cosa è accaduto.

Oggi è un altro giorno, Serena Bortone punzecchia gli “affetti stabili”: ma non erano ancora nati

L’intervista si Giuseppe Cionfoli nel talk di Rai 1 è iniziata ricordando la sua prima partecipazione al Festival di Sanremo nel 1982. Dopo il filmato Serena ricorda come quell’evento è stato clamoroso in Italia, in quanto per la prima volta alla kermesse partecipava un frate.

Con grande entusiasmo, la Bortone si gira verso i suoi “affetti stabili” e dice: “Vi ricordate?”. L’espressione di Jessica Morlacchi, Massimiliano Rosolino, Emanuel Caserio e Pietro Masotti era interdetta. Il motivo? Non erano ancora nati, almeno non tutti.

Proprio la cantante ex Gazosa, ha detto “non ero nemmeno nata”. Come lei anche Emanuel Casiero e Pietro Masotti sono arrivati anni dopo. L’unico nato nel 1982 era Massimiliano Rosolino, ma aveva solo quattro anni.

LEGGI ANCHE >>> Serena Bortone è innamorata, la dolce dedica non lascia dubbi

“Insomma, non vi ricordate niente”, ha detto la Bortone “punzecchiando” i suoi compagni di viaggio nel fortunato talk show di rai 1.