Home Televisione Sigfrido Ranucci, sotto scorta: pericolo per il conduttore televisivo

Sigfrido Ranucci, sotto scorta: pericolo per il conduttore televisivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:45

Il conduttore televisivo Sigfrido Ranucci al momento si trova sotto scorta. Grande apprensione per l’uomo che attualmente si trova in pericolo.

Sigfrido Ranucci
Sigfrido Ranucci (Raiplay)

Brutte notizie per il conduttore televisivo Sigfrido Ranucci, che a quanto pare adesso si trova sotto scorta poiché la sua vita è al momento in pericolo.

L’uomo è un volto noto della televisione italiana e dal 2017 è diventato presentatore di uno dei programmi più apprezzati che riguardano l’informazione pubblica cioè Report.

Ranucci, per chi non lo sapesse è anche vice direttore di Rai 3 e si è sempre impegnato negli ultimi anni per portare alla luce realtà scomode che riguardano la nostra società.

Sigfrido Ranucci, perché è sotto scorta

Già in passato Sigfrido Ranucci aveva ricevuto delle pesanti minacce di morte, lamentandosi di non aver ricevuto sostegno da molti dei suoi colleghi.

Era stato infatti addirittura nel 2010 che era diventato bersaglio di alcuni degli uomini più vicini a Beppe Madonia, boss siciliano molto noto, così come è stato riportato anche da Il fatto quotidiano.

A quanto pare ciò che era stato raccontato nel libro Il patto, scritto a quattro mani con Nicola Biondo, aveva messo sotto luce indagini che riguardavano la trattativa Stato-mafia.

Fatti molto delicati, che parlavano proprio di Madonia e dei suoi uomini, e che avevano portato Ranucci a rientrare nel bersaglio come minaccia da eliminare.

Nell’attualità invece a quanto pare Ranucci si ritrova ad essere sotto scorta h24 dalla metà di agosto, dettaglio rivelato nella trasmissione di Rai Radio 1 Un giorno da pecora.

L’uomo ha infatti spiegato di aver ricevuto delle minacce di morte da un pericoloso uomo che si trova al comando di un importante giro del narcotraffico, che addirittura ha avuto dei legami in passato con quello che fu il cartello di Pablo Escobar.

Sembra che quest’uomo abbia deciso direttamente dal carcere di incaricare due killer, provenienti da paesi stranieri, per uccidere il conduttore televisivo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Rai, ora l’ospitata è vietata: colpiti Sigfrido Ranucci e altri

È dal 2009 che Ranucci è già sotto tutela e la sua casa era già dunque attenzionata, ma adesso a quanto pare è sorvegliata pure di notte per precauzione.

L’uomo non può nemmeno uscire da solo liberamente, poiché deve essere scortato sempre da due persone, una situazione davvero difficile che vede in serio pericolo la vita dell’uomo.