Home Televisione Mattino Cinque, paura in diretta: “É come stare in guerra”

Mattino Cinque, paura in diretta: “É come stare in guerra”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

Attimi di paura in diretta durante Mattino Cinque: ecco che cos’è successo, le conseguenze della crisi hanno effetti devastanti.

mattino cinque studio

Paura in diretta a Mattino Cinque. In studio il conduttore Francesco Vecchi e tutti i suoi ospiti sono letteralmente gelati dal momento che non si sarebbero mai aspettati una reazione simile. Ma che cos’è successo?

Il tutto è iniziato mentre si stava parlando dell’enorme ed inaspettato aumento dei prezzi non solo delle bollette, ma anche e soprattutto delle materie prime, in particolar modo del cibo.

Le conseguenze di questa vera e propria crisi si sono viste anche nei luoghi dove, solitamente, si riesce a risparmiare qualcosa sulla spesa: i mercati ambulanti locali.

Per questo motivo l’inviato del noto programma di Canale 5  della mattina, infatti, è andato in una delle tante piazze italiane che sono state purtroppo colpite dal caro prezzi, per intervistare alcuni dei passanti.

Un signore anziano, tra i tanti che ha voluto esprimere la propria opinione, ha pronunciato una frase che ha lasciato tutti senza parole ed ha fatto tornare alla mente di tantissime persone dei momenti davvero dolorosi e difficili della storia della nostra amata Italia. Ecco di che cosa stiamo parlando.

Mattino Cinque, la rabbia in diretta. “Crisi profonda, aiutateci”

Paura a Mattino Cinque mentre si stava parlando di caro prezzi e dell’aumento del costo delle materie prime.

Un signore anziano intervistato dall’inviato del programma, infatti, ha confessato che, secondo il suo parere,  “Era meglio quando si era in guerra, ora è peggio!” Attimi di panico e di paura dal momento che la  memoria, soprattutto delle persone più anziane, è tornata subito a quei periodi davvero drammatici e bui per tutta la nostra cara ed amata Italia.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Mediaset che batosta: l’azienda deve correre ai ripari?

mattino cinque rabbia

Subito l’inviato di Mattino Cinque ha cercato di smorzare subito i toni della conversazione dicendo che forse il suo pensiero era un po’ troppo esagerato e che, allo stesso tempo, nonostante questa situazione soprattutto per le famiglie più povere non sarà affatto semplice da gestire, allo stesso tempo non deve assolutamente essere paragonata a quei periodi a dir poco drammatici.

La situazione è rapidamente rientrata anche e soprattutto grazie alla bravura ed all’esperienza dell’inviato e del conduttore Francesco Vecchi.