Home Televisione Michael Blair Vite al Limite: un percorso incredibile (e un finale assurdo)

Michael Blair Vite al Limite: un percorso incredibile (e un finale assurdo)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:04

Michael Blair Vite al Limite: qual è la sua storia e qual è stato il suo percorso nel programma? Una storia tutta da raccontare.

Vite al limite è senza alcun dubbio uno dei programmi più amati e più chiacchierati di quelli che vanno in onda su Real Time, una rete che sta pian piano diventando tra le più seguite. Il format narra le vicende di alcune persone alle prese con difficoltà di stile di vita e di rapporto con il cibo. Ed è per questo che decidono di rivolgersi alla clinica del dottor Nowzaradan, vero e proprio luminare in materia.

Storie davvero incredibili e particolari quelle che vengono raccontate e trasmesse da questa trasmissione. Ma chi sarà il protagonista di una di quelle che è rimasta maggiormente nella storia e nella memoria di tutti i telespettatori? Giusto, mai come in questo caso, entrare nel dettaglio e nello specifico.

Michael Blair Vite al limite, come sta oggi? Il suo percorso

A colpire molto i telespettatori è stata sicuramente la storia di Michael Blair. In effetti va detto che le vicende di quest’uomo ha un passato davvero doloroso e profondamente segnato da una grave molestia fisica, subita a solo 11 anni. Il suo rapporto con il peso e con il cibo è stato però complicato e difficile fin da subito, visto che, a soli 7 anni, pesava già 50 kg. Molto era legato al fatto che sua nonna  gli dava da mangiare frequentemente quando era piccolo e questo avveniva durante tutto il giorno. Insomma, si può tranquillamente dire che, quando era bambino, ha trascorso molto spesso intere giornate ingurgitando cibo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Vite al limite, che fine ha fatto Krystal?

Un’abitudine che si è inevitabilmente portato dietro nel corso degli anni. Una volta cresciuto, si è innamorato e poi sposato con una ragazza di nome Kimberly. E anche quest’altro tra l’altro ha sempre avuto un peso molto al di sopra della norma. Inevitabile rivolgersi al dottor Nowzaradan e alla sua dieta. Il chirurgo, inizialmente bloccato da un incidente automobilistico di Michael, ha scoperto che l’uomo aveva una grave ernia che colpiva addirittura le pareti dello stomaco. L’unica soluzione è stata quindi quella di perdere peso. Un qualcosa che ha comunque portato l’uomo a perdere ben 169 kg e a cambiare stile di vita. Il tutto viene testimoniato dai social, dove è molto attivo e sprizza costantemente ottimismo.