Home News Paralimpiadi, Italia da record: non era mai accaduto prima

Paralimpiadi, Italia da record: non era mai accaduto prima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:38

Non sono ancora iniziate le Paralimpiadi che l’Italia ha già battuto un record: ecco di che cosa si tratta, non era mai accaduto prima.

paralimpiadi italia
Fonte foto Getty Images

Il terzo, grande appuntamento dell’estate sta per iniziare: le Paralimpiadi sono  un grandissimo evento, pari alle Olimpiadi, che tutti noi italiani seguiremo molto attentamente e che, soprattutto, vedrà i nostri atleti, comunque andrà, fare la storia.

Il motivo di questa scelta va ricercata nel fatto che tutte le persone del Belpaese che  gareggeranno in tutte le competizioni, nessuna esclusa, entrano di diritto nella storia dal momento che non era mai successo prima di quest’anno.

Di c he cosa si tratta? Quelle di Tokio 2020 sanno già di record assoluto nella storia, seppur relativamente recente, della nostra “ambasciata”. Ecco di che cosa  stiamo parlando, tutti i cittadini italiani devono essere orgogliosi di tutti i nostri campioni, ecco perchè.

Paralimpiadi, Italia nella storia: mai così tanti atleti in gara

Le Paralimpiadi di Tokio 2020 hanno fatto entrare nella storia l’Italia: è la prima volta, infatti, che ci sono ben 113 atleti in gara, qualcosa di mai successo. Se già a Rio 2016 c’era stato un aumento degli azzurri in gara, questa volta ci siamo “battuti” di nuovo, con un +14,14% di atleti in gara  in  ben 15 discipline.

Un altro grande record sta anche nel numero di donne in gara, ben 60, che di poco ma batte quello degli uomini, 53. Ma chi saranno i portabandiera di questo gruppo speciale? Saranno due: la prima non poteva che essere Bebe Vio per la scherma, mentre il secondo sarà Fabio Morlacchi, uno straordinario nuotatore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Uomini e Donne, chi sono i primi due tronisti? Ecco i nomi: l’indiscrezione

Tra gli oltre 150 atleti dell’Italia ce ne sono davvero tantissimi degni di nota nei quali riponiamo tantissime speranze per una medaglia, una su tutti è Martina Caironi per l’atletica, ma anche Simone Barlaam per il nuoto, giovanissimo classe 2000, ma non solo.

Anche la veterana Francesca Porcellato ci darà delle possibilità di medaglia e tanti altri che speriamo possano essere delle bellissime sorprese in corso d’opera. Insomma, in bocca al lupo a tutti!