Home News Presentatore no-vax si ammala e muore di Covid: scoppia la polemica

Presentatore no-vax si ammala e muore di Covid: scoppia la polemica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03

Scoppia un’enorme polemica negli Stati Uniti: un noto presentatore radio, famoso per essere no-vax, si ammala e muore di Covid.

phil valentine

È davvero una fine drammatica quella con cui purtroppo ha dovuto fare i conti il celebre conduttore radiofonico no-vax Phil Valentine, conosciuto ai più per  essere letteralmente diventato virale a causa della sua canzone “Vaxman”, chiaro rifacimento al brano “Taxman” dei Beatles  che aveva come obiettivo quello di prendere in giro tutta  l’enorme campagna vaccinale mondiale che è stata creata per combattere il propagarsi del Coronavirus.

Il noto conduttore, infatti, è venuto a mancare proprio a causa del Covid, con la sua famiglia letteralmente disperata per la salita al cielo improvvisa dell’uomo, che ha confessato che, da  quando aveva contratto il mortale virus, si era pentito.

Phil Valentine è morto: addio al presentatore radio no-vax

Phil Valentine, il conduttore radiofonico no-vax americano, è venuto a mancare all’età di 61 anni proprio a causa del virus che sta creando il panico ormai da qualche anno l’intera popolazione mondiale.

L’uomo, che era un accanito conservatore, è deceduto nella giornata di ieri ma la sua famiglia aveva confessato che qualche giorno prima della sua salita al cielo aveva cambiato completamente idea  sostenendo , come scritto da lui stesso su Facebook, che “Sto facendo il mio dovere patriottico per l’immunità di gregge… prendo un giorno di malattia per precauzione.”

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Ambra Angiolini, è finita con Allegri? Il commento fa pensare

La famiglia aveva  anche aggiunto che “Ora ha capito che il suo rifiuto a vaccinarsi probabilmente ha fatto sì che molta gente non si sia vaccinata. E gli dispiace.” Purtroppo questo suo desiderio non potrà realizzarsi dal momento che, come sappiamo, non c’è più.

Sul web e non solo è scoppiata in tal senso una vera e propria  polemica tra chi da ormai parecchi mesi  sostiene che i vaccini siano l’unica soluzione possibile per cercare di arrivare il prima possibile alla tanto attesa immunità di gregge e chi, invece, continua a credere che esistano altre vie per cercare di superare questa vera e propria pandemia che sta mettendo in ginocchio il mondo intero.