Home Personaggi Claudio Amendola, quando disse: “Faccio tutto per i soldi”

Claudio Amendola, quando disse: “Faccio tutto per i soldi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28

L’attore Claudio Amendola ha rischiato nel suo passato davvero grosso e deve la sua vita ad un aiuto arrivato tempestivamente, che ha scongiurato il peggio.

Claudio Amendola
Claudio Amendola (Getty Images)

Tra i personaggi più famosi che fanno parte del panorama cinematografico italiano sicuramente da citare Claudio Amendola, attore e regista famoso. L’uomo ha all’attivo una carriera molto proficua, che l’ha visto impegnarsi non soltanto al cinema, ma anche in televisione in diversi progetti tra miniserie e serie tv molto note e apprezzate nel corso del tempo. Da nominare ad esempio indimenticabili i Cesaroni, che sono stati negli anni 2000 uno straordinario successo. Più recente invece è stata la fortuna ottenuta dalla fiction Nero a metà, che pare abbia conquistato davvero il pubblico.

Tra i film in cui ha recitato ricordiamo invece ad esempio Mery per sempre, La scorta, I mitici colpo gobbo a Milano, Caterina va in città, Suburra. Nel suo passato un momento di difficoltà, in cui un aiuto tempestivo gli ha letteralmente salvato la vita. Scopriamo nel dettaglio notizie e informazioni riguardanti questo artista.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Claudio Amendola confessa: “Era un aspetto su cui non potevo fallire”

Claudio Amendola, le origini e la carriera

Claudio Amendola nasce nel febbraio del 1963 ed è figlio del noto Ferruccio Amendola, doppiatore di successo e dalla madre Rita Savagnone. Per quanto riguarda le origini di Claudio, sappiamo che il padre è nato a Torino, mentre la madre è romana, ma nella sua famiglia ci sono anche origini pugliesi e siciliane. Amendola ha smesso di studiare molto presto, e dopo aver preso la terza media ha deciso di andare a lavorare, impegnandosi in settori diversi e provando i mestieri di manovale e commesso. Ben presto però emergere il desiderio di cimentarsi in altro, e all’età di 19 anni ottiene un ruolo in una miniserie televisiva dal titolo Storia d’amore e d’amicizia, che gli apro un mondo nuovo.

Da subito dunque sono iniziati a sommarsi varie altre esperienze lavorative attoriali, lavorando inizialmente soprattutto in commedie come Vacanze di Natale, per poi invece sviluppare personaggi un po’ più diversi e ruoli forse un po’ più drammatici. In poco tempo raggiunge una grandissima notorietà che gli spalanca letteralmente le porte sia nel mondo delle fiction e serie televisive, che in quello del cinema, dove dimostra tutto il suo talento.

Il padre Ferruccio, deve tutto a lui

Come abbiamo già accennato precedentemente Claudio Amendola è figlio del noto Ferruccio Amendola, che è venuto a mancare nel 2001. Doppiatore tra i più famosi in Italia, a cui Claudio ha dichiarato di dovergli tutto. Durante un’intervista infatti l’ha voluto ringraziare perché gli ha regalato la possibilità più grande e cioè quella di poter fare un mestiere come quello dell’attore, che gli letteralmente salvato la propria vita. Amendola infatti ha dichiarato che se non avesse intrapreso questo mestiere non avrebbe saputo o cosa fare della sua vita. Nei confronti del padre parole davvero speciali e lo ha definito un uomo che si è meritato davvero tutto il suo successo ottenuto, perchè se l’è sudato.

Durante l’intervista a Verissimo ha anche raccontato di aver vissuto insieme a lui dei momenti davvero bellissimi e che gli ha svelato tutti i segreti che fanno parte del suo mestiere.

Marina Grande e Claudio Amendol: il primo matrimonio da giovanissimi

Nel passato sentimentale di Claudio Amendola troviamo una storia molto importante con Marina Grande, una nota doppiatrice italiana con cui si è sposato nel 1983 quando erano davvero giovanissimi. La donna all’epoca infatti era proprio che una ragazzina, perché aveva solo 17 anni. Insieme i due hanno anche costruito una famiglia molto presto, divenendo genitori di due figlie, Alessia e Giulia. In particolare Alessia è molto conosciuta poiché anche lei è diventata una nota doppiatrice. Pare inoltre che durante un’intervista passata Amendola abbia anche raccontato che la ragazza è nata prematura, a soli sei mesi e mezzo di vita e di essere stato molto in apprensione per lei poiché la sua vita era in pericolo.

Adesso Alessia ha 36 anni ed ha anche reso nonno nel 2010 Amendola. Il matrimonio con la Grande purtroppo però dopo 10 anni si è concluso, ma a quanto pare in due sono comunque rimasti in ottimi rapporti.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Alessia figlia Claudio Amendola: la somiglianza è incredibile

Francesca Neri, la donna della sua vita

È stato nel 1998 che è arrivata nella vita di Amendola l’attrice Francesca Neri e tra loro è subito scattata una scintilla. Una storia apparsa immediatamente importante e ha portato ad entrambi grande felicità. Insieme hanno anche dato la luce il figlio Rocco, che è nato un anno dopo il loro incontro e dunque nel 1999. I due poi hanno anche coronato il loro sogno d’amore sposandosi anni dopo, nel 2010 a New York. È stato con lei che Claudio ha ritrovato la felicità e a cui ha giurato amore eterno. Un rapporto che appare solido nonostante i segni del tempo e le difficoltà vissute da entrambi. Pare infatti che la donna soffra di una malattia cronica, di cui non sono stati riferiti dettagli in merito, e che abbia trovato sempre dalla sua parte il proprio compagno, una spalla indispensabile per lei.

Un aiuto tempestivo, la vita in pericolo

Sempre parlando del rapporto importante tra la Neri e Amendola, pare che l’attore debba moltissimo alla propria moglie, che grazie alla sua tempestività gli ha salvato la vita. Tutto è capitato nel 2017, mentre l’uomo stava lavorando alla registrazione della fiction Nero a metà. L’uomo ha raccontato durante un’intervista a Verissimo che un giorno dopo la fine delle riprese aveva incominciato a sentire dei dolori molto strani e a respirare con molta fatica. Pare sia stata proprio Francesca a preoccuparsi per lui e a capire la gravità della situazione, decidendo di portare immediatamente in ospedale il proprio marito. È stato lì che dopo un elettrocardiogramma si è capito che l’uomo aveva un infarto in corso.

Grazie alla moglie ha potuto dunque scongiurare il peggio e la morte, ed ha potuto riprendersi totalmente. Questa esperienza per lui  è stata però illuminante, e come spiegato sempre nel programma di Silvia Toffanin, è stato come avere buttato addosso un secchio d’acqua gelata che gli ha fatto aprire veramente gli occhi. In seguito a questo episodio ha preso la decisione di smettere di fumare ed è anche riuscito a perdere un po’ di peso, guadagnandoci dunque in salute. Da quel momento infatti l’uomo è un sostenitore di una vita sana e dell’importanza del saper mangiare bene e stare in forma.

Claudio Amendola, difficile gestione del successo

Come abbiamo già detto Amendola è arrivato alla fama molto presto grazie soprattutto alle commedie di Vanzina come Vacanze di Natale o Vacanze in America. In pochissimo tempo dunque l’uomo ha raggiunto la popolarità e durante un’intervista riportata da Leggo.it ha spiegato che per lui non è stato per nulla facile gestire l’improvvisa fama. Amendola infatti ha ammesso di aver totalmente perso la testa inizialmente, spiegando che ha commesso vari errori e raccontando di essersi sentito sulla cresta dell’onda ed esaltato da ciò. Il mestiere dell’attore però, come raccontato dallo stesso uomo, spesso è capace anche di riportarti con i piedi per terra con momenti di stasi, anche se fortunatamente l’uomo è sempre stato attivo, lavorando sia nel cinema che nella televisione, che con la scrittura.

Procedimenti giudiziari, i problemi dell’attore

Nel passato dell’attore non sono mancate anche delle piccole ombre, e nel 1995 a quanto pare è stato addirittura coinvolto insieme ad altri vip in una maxi indagine che si è sviluppata lungo tutto il territorio nazionale. Questa indagine riguardava in particolare il traffico di sostanze stupefacenti a quanto pare Amendola inizialmente fu rinviato a giudizio. L’anno successivo però l’attore ottenne una sentenza definitiva e fu prosciolto dalle brutte accuse che pendevano su di lui. Pare infatti che fu riconosciuto come consumatore di cocaina, ma arrivò per lui l’assoluzione dall’accusa di spaccio di sostanze, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.

Patrimonio, quanto guadagna Claudio Amendola?

In un’intervista al giornale Vanity Fair Claudio Amendola aveva dichiarato le parole “faccio tutto per soldi” spiegando che in effetti nella sua carriera si è buttato a lavorare in diversi settori sia in tv che per il cinema. L’uomo ha raccontato che molti lavori li ha accettati proprio per tale motivo e in base ai guadagni, ammettendo che in effetti non c’è nulla di male in questo. Grande curiosità dunque ruota attorno ai guadagni dell’uomo e il patrimonio che è riuscito ad accumulare nel corso di tutta la sua carriera. Purtroppo però non ci sono dati certi in merito, anche se sempre durante la stessa intervista per Vanity Fair l’uomo ha ammesso che guadagna molto e da tanti anni, e si è abituato ad avere questo tipo di entrate.

Amendola ha però voluto anche aggiungere che di certo non si vergogna di parlare di questo argomento perché ha sempre pagato le tasse e dunque non ha nulla da nascondere. Con i guadagni ottenuti ad esempio per i Cesaroni, l’uomo ha raccontato di essersi tolto uno sfizio comprando addirittura una barca, che pare però che adesso non abbia più.