Home News Michele Merlo, dopo la morte del cantante il padre svela il retroscena

Michele Merlo, dopo la morte del cantante il padre svela il retroscena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:37

Michele Merlo è morto qualche settimana fa e mentre le indagini proseguono, il padre torna a parlare.

Michele Merlo
foto Instagram

Solo qualche settimana fa è arrivata la notizia della morte del cantante di ventotto anni che in passato ha partecipato ad Amici di Maria De Filippi.

La causa è stata una leucemia fulminante che forse non è stata capita in tempo, pare infatti che i sintomi che il giovane da qualche giorno manifestava siano stati sottovalutati.

A parlare ancora una volta è stato il padre in una lunga intervista per Di Più: “aveva sofferto per essere stato eliminato da X Factor e perché lo avevano respinto due volte dalle selezioni per il Festival di Sanremo, ma non mollava“.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Michele Merlo ecco l’ultima canzone che ha scritto prima di morire

Michele Merlo, parla il padre: “non abbiamo motivo di vivere”

Michele Merlo è ancora nel cuore dei tanti fan e degli amici che nel corso di questi anni lo hanno conosciuto e apprezzato per la sua musica e per il suo carattere, tra di loro anche Emma Marrone.

A parlare a distanza di tante settimane dalla sua morte è ancora una volta il padre in una lunga intervista per Di Più, ammettendo: “era il nostro unico figlio e per me e mia moglie Katia non c’è più un motivo per vivere. Stiamo insieme da quaranta anni, mai avremmo immaginato di dover sostenere una prova così tremenda”.

Delle parole davvero dure quelle dell’uomo che proprio non riesce ad accettare, giustamente, quanto è successo a lui e alla moglie. Il cantante infatti aveva solo ventotto anni e aveva ottenuto la popolarità grazie ad Amici il talent show a cui aveva partecipato alcuni anni fa.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Michele Merlo dopo Amici: “è importante andare preparati”

La sua morte è arrivata dopo un ricovero per emorragia celebrale che non gli ha lasciato scampo, provocata da una leucemia fulminante non riconosciuta in tempo e non è tutto, solo pochi giorni prima era stato respinto dal pronto soccorso in cui si era recato lamentando dei sintomi come febbre, mal di gola e mal di testa.