Home News Moreno Pesce, dal dramma alla rinascita: retroscena dopo l’incidente

Moreno Pesce, dal dramma alla rinascita: retroscena dopo l’incidente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:49

La storia di Moreno Pesce è davvero incredibile: ecco il retroscena dopo la tragedia che lo ha visto coinvolta. Poi la rinascita.

La storia di Moreno Pesce è una di quelle che davvero merita di essere raccontata: il suo, infatti, è un dramma tremendo che tuttavia lui grazie alla propria forza di volontà, al coraggio ed alla sua voglia di osare ed andare oltre i propri  limiti, è riuscito a trasformare in una favola dal lieto fine.

Innanzitutto chi è Moreno Pesce? 46 anni, abita in provincia di Belluno, amante dello sport e delle moto, proprio mentre stava viaggiando sul suo veicolo a due ruote è stato purtroppo coinvolto in un fatale incidente.

Portato d’urgenza all’ospedale, i medici non hanno potuto far altro che amputargli la gamba sinistra per salvargli la vita. Dopo il primo momento di scoraggiamento, ha deciso di prendere la propria vita di nuovo in mano e di iniziare a camminare con la propria protesi in fibra di carbonio e titanio.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE  >>> Amadeus, quella volta in cui ha perso la testa in diretta: “Ma che dici?!”

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Moreno Pesce (@morenopesce)

Moreno Pesce incidente: dopo l’amputazione dell’arto una nuova vita

I passi di Moreno Pesce iniziano a diventare sempre di più, la falcata si allunga fino ad iniziare a scalare le montagne, ma non solo: è riuscito, infatti, a diventare anche campione del mondo di trial running e delle vertical race.

Una storia drammatica ma allo stesso tempo stupenda, fatta di sudore, sacrificio, dolore, ma anche consapevolezza che la vita non può e non poteva finire lì. Anzi.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Roberto Speranza, sapete dove ha conosciuto la moglie Rosangela?

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Moreno Pesce (@morenopesce)

Insomma, una storia davvero bellissima che insegna come la disabilità possa essere visto e percepito non più come un limite che vincola, ma un obiettivo da, per quanto possibile, superare per cercare di vivere una vita straordinaria nel vero senso della parola.

Oggi, infatti, Moreno Pesce è un uomo diverso, è un vero e proprio campione nella vita ancor prima che nello sport.