Home News Eurovision, Barbara Dex Awards: i look peggiori di sempre

Eurovision, Barbara Dex Awards: i look peggiori di sempre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:24

Eurovision, il premio che nessuno vorrebbe ricevere: cosa sono i Barbara Dex Awards? Ecco i 5 look peggiori di sempre.

Fonte Foto Twitter

Nel 1993 il Belgio venne rappresentato sul palco dell’Eurofestival da Barbara Dex. La cantante salì in scena a Millstreet sulle note di Iemand als jij ma tutta l’attenzione fu catturata dal suo look fatto a mano che non convinse il pubblico del noto Festival.

Per questo quando nel 1997 si pensò di creare un premio per il look peggiore si decise di chiamarlo com la cantante belga, Barbara Dex Awards. L’Italia non lo ha mai vinto, tuttavia Emma Marrone nel 2011 è riuscita a raggiungere la medaglia d’argento.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull’evento

Eurovision, i 5 look peggiori di sempre

Il look dei Maneskin ha fatto impazzire il pubblico degli Eurovision, è probabile che anche quest’anno l’Italia verrà salvata dal Barbara Dex Awards. Scopriamo i 5 look peggiori di sempre, a cominciare dalla prima a vincere il premio, istituito nel 1997. Debbie Scerri arrivò diciottesima all’Eurovision con il brano Let Me Fly ma con il suo abito coloratissimo arrivò prima.

Nel 1999 la Spagna presentò sul palco dell’Eurovision il brano I don’t want to listen di Lydia, tuttavia il suo abito arcobaleno con tanto di cuore rosso nella scollatura si meritò il premio per l’outfit peggiore del contest.

Nel 2003 le t.A.t.u portarono sul palco il pezzo Ne ver ne Boysia, gli occhi erano tutte per il russo, c’era infatti grande attesa per il loro bacio in diretta europea. Purtroppo però le due non si baciarono e le loro magliette bianche con il numero 1 disegnato sopra non convinsero.

Nel 1998 la Germania arrivò settimana con Guildo Horn e il suo brano Guildo Hat Euch Lieb ma l’interprete guadagnò il primo posto al Barbara Dex Awards con il suo look piratesco in verde smeraldo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Eurovision, non era mai successo: i Maneskin segnano la storiaDance Whit Me di Zoli Adok in rappresentanza dell’Ungheria nel 2009 è riuscito nell’impresa di far ballare il pubblico dell’Eurovision, tuttavia la tutina azzurra del cantante gli è valsa il primo premio come peggior look.