Home Musica Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull’evento

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull’evento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:36
CONDIVIDI

C’è grande attesa ed entusiasmo alle stelle per l’Eurovision Song Contest 2021, con l’Italia rappresentata dai Maneskin: tutte le info sull’evento

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull'evento
Eurovision (fonte foto: Facebook, @@EurovisionSongContest) – Maneskin (fonte foto: Instagram, @eurovision)

È tutto pronto per uno degli eventi più attesi della scena musicale, salutato con grande entusiasmo da parte dei fan e dagli appassionati di musica, l’Eurovision Song Contest 2021.

Come noto, si tratta del festival musicale internazionale nato nel 1956 a Lugano e che viene organizzato annualmente dai membri dell’Unione europea di radiodiffusione.

A rappresentare l’Italia è l’amata band che ha fatto emozionare ed esplodere le emozioni sul palco di Sanremo, i Maneskin, con la band che è pronta a giocarsi le proprie chance e che proverà a portare a casa un importante riconoscimento e ‘salire’, per così dire, sul tetto d’Europa.

Quest’anno, gli artisti si esibiscono all’Ahoy Arena di Rotterdam, dove sin dai primissimi momenti l’attenzione alle misure anti-Covid è stata molto alta.

3500 le persone ammesse per i nove show che sono in programma, ovvero le sei sessioni di prove, le due semifinali del martedì 18 e del giovedì 20, e della finale.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Eurovision, non era mai successo: i Maneskin segnano la storia

Eurovision e Italia: la storia e le vittorie

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull'evento
Maneskin (fonte foto: Facebook, Måneskin)

Sin dalla prima edizione, che si svolse a Lugano nel 1956, non vi sono mai state interruzioni in merito alla trasmissione del concorso in tutto il mondo, eccezion fatta per il 2020, a causa della pandemia da Coronavirus.

La prima partecipazione dell’Italia coincide con la prima edizione dell’evento, a cui il Bel Paese partecipò con la vincitrice del Festival di Sanremo di quell’anno, Franca Raimondi (Aprite le finestre) e la seconda in classifica, Tonina Torrielli (Amami sei vuoi). La vittoria andò ai padroni di casa.

Nel 1964 arrivò la prima vittoria italiana con Gigliola Cinquetti che appunto vinse a Copenhagen con il brano Non ho l’età (per amarti). L’anno seguente l’evento si svolse a Napoli, con Bobby Solo e la canzone Se piangi se ridi che arrivarono quinti.

La seconda vittoria arrivò nel 1990 con Toto Cotugno e il suo brano Insieme: 1992; l’edizione seguente ebbe dunque luogo a Roma, dove a vincere fu la Svezia.

Eurovision come votare: tutto sul sistema di voto

Per quanto riguarda il sistema di voto, il meccanismo che poterà all’elezione del vincitore dell’Eurovision prevede che ai voti delle singole giurie vadano sommati quelli che arrivano mediante il televoto.

Vi è tuttavia una regola, ovvero che non è possibile votare per il proprio Paese, ma è invece possibile supportare gli altri artisti in gale, quelli di altri Paesi.

Gli italiani dunque non potranno votare per i Maneskin, così come gli altri non potranno essere votati dai cittadini del proprio Paese.

Eurovision 2021, i Paesi in gara e i favoriti

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull'evento
Maneskin (fonte foto: Instagram, @eurovision)

In un primo momento era prevista la partecipazione di ben 41 Paesi, ma successivamente l’Armenia si è ritirata e gli organizzatori hanno confermato l’esclusione della Bielorussia per motivazioni legate al brano che non sarebbe stato conforme al regolamento.

Dunque, i Paesi che si giocheranno questa edizione saranno 39:

  • Albania (Anxhela Peristeri – Karma)
  • Australia (Montaigne – Technicolour)
  • Austria (Vincent Bueno -Amen)
  • Azerbaigian (Efendi – Mata Hari)
  • Belgio(Hooverphonic – The Wrong Place)
  • Bulgaria (Victoria – Growing Up Is Getting Old)
  • Cipro (Elena Tsagkrinou – El diablo)
  • Croazia (Albina – Tick-Tock)
  • Danimarca (Fyr & Flamme – Øve os på hinanden)
  • Estonia (Uku Suviste – The Lucky One)
  • Finlandia (Blind Channel – Dark Side)
  • Francia (Barbara Pravi – Voilà)
  • Germania (Jendrik – I Don’t Feel Hate)
  • Georgia (Tornik’e Kipiani – You)
  • Grecia (Stefania – Last Dance)
  • Irlanda (Lesley Roy – Maps)
  • Islanda (Daði & Gagnamagnið – 10 Years)
  • Israele (Eden Alene – Set Me Free)
  • Italia (Maneskin – Zitti e buoni)
  • Lettonia (Samanta Tīna – The Moon Is Rising)
  • Lituania (The Roop – Discoteque)
  • Macedonia del Nord (Vasil – Here I Stand)
  • Malta (Destiny – Je me casse), Moldavia (Natalia Gordienko – Sugar)
  • Norvegia (Tix – Fallen Angel)
  • Paesi Bassi (Jeangu Macrooy – Birth of a New Age)
  • Polonia (Rafał – The Ride)
  • Portogallo (The Black Mamba – Love Is on My Side)
  • Regno Unito (James Newman Embers)
  • Repubblica Ceca (Benny Cristo – Omaga)
  • Romania (Roxen – Amnesia)
  • Russia (Maniža – Russian Woman)
  • San Marino (Senhit feat. Flo Rida – Adrenalina)
  • Serbia (Hurricane -Loco loco)
  • Slovenia (Ana Soklič – Amen)
  • Spagna (Blas Cantó – Voy a quedarme)
  • Svezia (Tusse – Voices)
  • Svizzera (Gjon’s Tears – Tout l’Univers)
  • Ucraina (Go_A – Šum).

Stando alle ipotesi, i Paesi favoriti per la vittoria sarebbero Francia, Italia, Malta e Israele.

I Maneskin e il testo di “Zitti e buoni” modificato: il regolamento Eurovision

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull'evento
Maneskin (fonte foto: Facebook, Måneskin)

Si è parlato a lungo delle modifiche che il brano dei Maneskin “Zitti e nuovi” ha dovuto avere onde evitare una squalifica all’Eurovision Song Contest.

Dal testo originale infatti, la frase “Vi conviene toccarvi i co*****i” è stata cambiata in “Vi conviene non far più errori”, così come la parte del ritornello, che in origine faceva “la gente non sa di che ca*** parla” è stata cambiata in “la gente non sa di che cosa parla”.

La storia ha creato parecchio clamore, sebbene il tutto sia ascrivibile al regolamento della competizione e la stessa band ha giudicato la scelta “di buon senso”.

Tra gli aspetti da tener presente in merito al regolamento, si legge: “Nessuna imprecazione o altro linguaggio inaccettabile sarà consentito nei testi o nelle esecuzioni delle canzoni.”

Da qui, la necessità di apporre le modifiche al testo, insieme al taglio di qualche secondo della canzone nel rispetto della norma che prevede che le canzoni debbano avere una durata massima di tre minuti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eurovision Song Contest (@eurovision)

Eurovision Song Contest 2021: date, quando e come vederlo in diretta e streaming

L’attesa è palpabile per l’evento che vede le due semifinali avere luogo martedì 18 e giovedì 20 maggio, in diretta su Rai4 dalle ore 20.45, con il commento di Ema Stoccolma e Savio Raimondo.

Per quanto riguarda invece la finale, questa avrà luogo sabato 22 maggio alle ore 20.45 e sarà trasmessa su Rai 1, con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, e in streaming su Raiplay.

La portavoce che annuncerà i punti della giuria italiana sarà Carolina Di Domenico.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Måneskin, Damiano pronto alla carriera da solista? Lui risponde così

Classifica Finale Eurovision, i vincitori

In aggiornamento 

Eurovision 2021 dove vederlo? Classifica, votazioni, tutto sull'evento
Maneskin (fonte foto: Instagram, @eurovision)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eurovision Song Contest (@eurovision)