Home News Elio Petri e il cinema politico italiano, la visione di Alfredo Rossi

Elio Petri e il cinema politico italiano, la visione di Alfredo Rossi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:24
CONDIVIDI

Si chiama Elio Petri e il cinema politico italiano il libro scritto dall’autore Alfredo Rossi, che mette in luce una lettura approfondita sul noto regista.

Todo Modo
Todo Modo (Youtube)

Elio Petri e il cinema politico italiano è un libro che è stato scritto da Alfredo Rossi e che si è voluto incentrare totalmente sulla figura del noto regista italiano, che è stato uno dei più importanti della cinematografia del nostro paese.

Petri infatti è stato una delle vere e proprie celebrità del panorama cinematografico e autore di opere straordinarie, che hanno segnato un’epoca.

Indimenticabile ad esempio è il film Todo modo che ha diretto nel 1976, e che ha visto protagonisti attori importantissimi come Gian Maria Volonté e Marcello Mastroianni.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> …e tu vivrai nel terrore! L’aldilà, 40 anni dal film di Lucio Fulci esce il libro

Alfredo Rossi, la sua visione di Elio Petri

Todo Modo
Todo Modo (Youtube)

È stato nel suo libro Elio Petri e il cinema politico italiano che Alfredo Rossi ha voluto puntare l’attenzione su questo straordinario protagonista della nostra cinematografia.

Petri infatti nel settore del cinema ha lasciato una testimonianza davvero importante e indimenticabile, che ha puntato moltissimo su opere di denuncia sociale e sul difficile rapporto che intercorre tra uomo e autorità.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Una lettura perversa del film d’autore: da Psyco a Joker, il libro di Slavoj Žižek

Petri è stato sicuramente un divulgatore attento e preciso di una determinata epoca vissuta nel nostro paese, che con i suoi messaggi però risuona ancora attualissimo.

Grazie a Rossi riusciamo a scoprire maggiormente lati anche d’ombra di Petri, che vengono messi in luce, conoscendo più nel dettaglio alcune dinamiche che sono state raccontate all’interno dei suoi film.

Libro Alfredo Rossi
Libro Alfredo Rossi

Uno degli attori che Petri ha maggiormente ha apprezzato e voluto fortemente nelle sue pellicole è Gian Maria Volonté, volto tra i più importanti del nostro cinema, che è scomparso nel 1994.

Dunque l’autore ci guida attraverso un viaggio importante, alla scoperta di uno dei patrimoni del cinema italiano.

A differenza di molti altri registi del nostro paese è evidente in Petri proprio l’importanza che aveva per lui la volontà di rappresentare l’uomo politico, con una sua personalissima visione di esso.

Il lavoro svolto da Rossi appare molto preciso e dettagliato, e per dare maggiore rilevanza alla propria opera e renderla ancora più speciale ha inserito anche all’interno alcuni interventi fatti dallo stesso regista durante gli anni ’60 e ’70.

Ritroviamo però all’interno anche alcuni preziosi interventi di Franco Ferrini, Goffredo Fofi e Oreste De Fornari, che impreziosiscono ancora di più un lavoro già certosino e per nulla scontato o banale.

Quello che ne esce dunque è un racconto a 360°, che sviscera in toto l’argomento e arricchisce il lettore con notizie e informazioni ben curate che fanno quest’opera assolutamente imperdibile.