Home Musica Franco Battiato, chi sarà il suo erede? Due ipotesi concrete

Franco Battiato, chi sarà il suo erede? Due ipotesi concrete

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

La morte di Franco Battiato sconvolge il mondo della musica. Ma chi potrebbe raccogliere l’eredità musicale e artistica del cantautore?

Franco Battiato (Fonte: Getty Images)

La scomparsa di Franco Battiato, divenuta ufficiale in mattinata, ha senza alcun dubbio sconvolto il mondo della musica e tutti i suoi fan. Il cantautore era considerato da tutti un grande maestro. A dimostrarlo sono le sue canzoni, la sua musica e, in generale, la sua arte.

Ma ecco che, ora che il siciliano non c’è più, diventa lecito chiedersi chi potrebbe essere il suo erede e chi potrebbe raccogliere le sue orme. Per provare a dare una risposta bisogna analizzare la sua carriera, la sua vita professionale e quindi anche tutte le sue collaborazioni, in primis le più recenti. Un qualcosa che può consentire un suo ricordo e far capire chi può provare a omaggiarlo costantemente e continuamente.

PER APPROGONDIRE LEGGI ANCHE >>> Emma Marrone fa gli auguri a Franco Battiato: il video da brividi

Franco Battiato, chi può essere il suo erede?

franco battiato
Franco Battiato (Fonte: Getty Images)

Innanzitutto va ricordato che una delle principali sue muse è stata Milva, scomparsa anche lei qualche settimana fa. Un’altra grande collaborazione artistica è stata quella con Giuni Russo, con cui ha realizzato l’album Energie, ma anche con Alice, lanciata alla vittoria di Sanremo nel 1981 con Per Elisa, scritta da Battiato e Giusto Pio. Una sinergia che tra l’altro è andata avanti nel tempo, visto che il cantautore ha scritto dei brani per lei anche negli anni 2000, tra cui Eri con me e Veleni.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Franco Battiato, perché non si è mai sposato? Il legame con una “donna” speciale

Al di là dei suoi rapporti e delle sue esibizioni con Morgan e Carmen Consoli, che potrebbe, in un senso meramente artistico, omaggiarlo e ricordarlo, i due nomi su cui puntare potrebbero essere quelli di Luca Madonia e Giovanni Caccamo. Con il primo si è sviluppata una grande amicizia, che li ha portato a esibirsi insieme sul palco dell’Ariston. Per quel che riguarda il secondo, è stato proprio Battiato a produrre il suo ultimo album, Infatti in tanti l’hanno definito una sorta di vero e proprio pupillo del compianto artista. “Avrei fatto l’architetto, ma Battiato ha scoperto la mia musica“, ha detto il cantante in più di un’occasione. E non servono altre parole.