Home News Stefania Orlando gela sul DDL Zan: la reazione di Giulia Salemi

Stefania Orlando gela sul DDL Zan: la reazione di Giulia Salemi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

Stefania Orlando è intervenuta in queste ultime ore su un tema molto caldo, quello del DDL Zan: ecco le parole della showgirl e la reazione di Giulia Salemi.

La Orlando è stata ospite dell’ultima puntata di Dritto e Rovescio dove si è resa protagonista di un acceso scontro con Guseppe CrucianiSilvia Sardone. Tema della disputa l’approvazione del ddl Zan, che nelle ultime settimane sta ricevendo il sostegno di numerosi personaggi del mondo dello spettacolo.

Tra tutt Fedez, salito sul palco del primo maggio per cantare ma anche per lanciare il suo appello il merito, non senza polemiche. Ecco le parole della showgirl che nelle ultime ore hanno avuto risposta anche da Giulia Salemi, con la quale il rapporto era andato freddandosi negli ultimi tempi.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>>Stefania Orlando, tuffo nel passato: ve la ricordate a Lotto alle 8?

Stefania Orlando, dura sul DDL Zan: il video spopola sul web

Nella puntata di Dritto e Rovescio andata in onda su Rete 4 giovedì 6 maggio, Paolo Del Debbio ha ospitato Giuseppe Cruciani, Silvia Sardone – europarlamentare della Lega – e Stefania Orlando. Quest’ultima, non nuova a questo tipo di battaglie, si è scontrata con i due sulla necessità di approvazione del DDL ZAN.

La Orlando ha risposto per le rime all’europarlamentare, smontando le sue parole ad una le sue tesi, in particolar modo quella dell’utero in affitto. La showgirl ha spiegato infatti alla Sardone che tale pratica non è prevista dal DDL, sottolineando come le persone che si sottopongono a questa siano per l’80% eterossesuali.


Lontana dal ritenere gli oppositori della legge Zan omofobi, la showgirl afferma che si tratta di mancanza d buon senso: ammette infatti che da oltre venti anni si attende una legge contro l’omotransfobia. Stefania Orlando ha dimostrato ampia conoscenza in materia, tanto che quando Giuseppe Cruciani ha ribattuto affermando ch l’omofobia non si può fermare con leggi e sanzioni la showgirl ha tirato in ballo la Legge Mancino.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Stefania Orlando e Samantha De Grenet, continuano gli screzi tra le due

L’atto legislativo del 1993 che prevede sanzioni e condanna frasi, gesti, azioni e slogan che incitano all’odio, alla violenza e alla discriminazione (razziale, etnici, religiosi o nazionali). “Siamo cresciuti con questa legge Mancino e ci siamo educati”, affermando che le nuove generazioni potranno essere educate da una legge.

Tra gli applausi del web è arrivato anche quello di Gulia Salemi che ha ricondiviso l’intervento di Stefania Orlando sui suoi canali social.