Home Televisione Massimo Boldi in lacrime: il ricordo commovente della moglie

Massimo Boldi in lacrime: il ricordo commovente della moglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:34
CONDIVIDI

Massimo Boldi ricorda la moglie a Oggi è un altro giorno con delle parole davvero commoventi, ecco quali.

massimo boldi

L’attore milanese è uno degli ospiti della nuova puntata di Oggi è un altro giorno e proprio dopo aver suonato la batteria che è stato il suo primo amore, ha parlato della moglie.

Si tratta di Marisa la donna che gli è stato accanto fino al suo ultimo respiro e con cui ha costruito la sua bella famiglia con le sue tre figlie: “e’ stato un incontro folgorante, mi ha colpito subito, la prima volta che siamo usciti insieme siamo andati al cinema”.

Delle parole davvero bellissime che colpiscono anche la padrona di casa Serena Bortone che ha ammesso: “è stata lei a fare il primo passo” e lui: “è certo altrimenti non sarebbe successo nulla”.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Sapete cosa faceva Massimo Boldi prima di diventare un grande attore?

Massimo Boldi ricorda la moglie Marisa in diretta

boldi moglie

Massimo Boldi a Oggi è un altro giorno non ha potuto fare a meno di parlare dell’adorata moglie Marisa scomparsa da diversi anni.

Un ricordo emozionante quello dell’attore che ha anche parlato dei suoi esordi nel mondo della musica e di come l’incontro con la moglie gli abbia completamente cambiato la vita.

Ma non è tutto, proprio nel corso dell’intervista ad intervenire sono state due delle tre figlie Manuela e Marta che lo descrivono come un papà geloso: “quando eravamo piccole tutti i fidanzati erano solo delle simpatie, è sempre stato molto attento”.

Davvero un bellissimo momento quello dell’attore che ha molto sofferto per la morte della moglie tanto che da alcune indiscrezioni, pare che il suo allontanamento da De Sica sia stato dovuto anche alla forte crisi che ha vissuto in quel periodo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Massimo Boldi costretto a chiedere scusa: ecco che cosa è successo

Ad ogni modo, nella lunga intervista ha avuto modo di raccontare anche la sua sia passione per la musica, svelando di come ad inizio della carriera sia stato il batterista di Gino Paoli: “ero bravo poi ero anche molto giovane”