Home Televisione Dik Dik, il dolce ricordo di Pepe da parte di una persona...

Dik Dik, il dolce ricordo di Pepe da parte di una persona speciale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48

Dik Dik sono ospiti della nuova puntata di Oggi è un altro giorno e insieme hanno ricordato l’indimenticato Pepe.

Dik Dik
screen shoot Rai Uno

Oggi è un altro giorno è in onda con una nuova puntata su Rai Uno con Serena Bortone che sta portando avanti una lunga intervista con il famoso gruppo musicale italiano, presente in collegamento.

Stanno ripercorrendo le tappe della loro carriera i quattro cantanti che hanno fatto la storia della musica italiana senza dimenticare l’amicizia che per anni li ha legati a Lucio Battisti e a Mogol.

Quest’ultimo ha infatti mandato anche un bellissimo saluto con delle parole davvero commoventi e un ricordo che è piaciuto a tutti: “secondo me Pepe non è morto, è andato in California” hanno ammesso.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Dik Dik quale è il significato della storia band

Dik Dik, Mogol ricorda Pepe da Serena Bortone

Dik Dik sono come detto prima ospiti della nuova puntata di Serena Bortone che sta ripercorrendo le tappe della loro carriera e cominciare dagli esordi.

A colpire però sono state le brevi parole di Mogol che con un piccolo audio messaggio ha ricordato il compianto Pepe, membro della band italiana scomparso da poco: “vi manda un saluto e colgo l’occasione per ricordare Pepe”.

Delle parole davvero bellissime che hanno commosso il resto del gruppo che è in collegamento nel rispetto delle norme Covid e sta da qualche minuto raccontando le tappe importanti della loro carriera insieme al parterre di ospiti della trasmissione di Rai Uno.

Detto questo, la conduttrice non ha potuto fare a meno di canticchiare anche alcuni dei loro brani che nel corso del pomeriggio i cantanti stanno ricordando, rivivendo dei momenti del loro passato.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE>>> Serena Bortone in imbarazzo in diretta: il motivo

La partecipazione della band ha anche dato modo alla conduttrice di ricordare il momento storico legato ai “capelloni” che in quel periodo non piacevano a tutti, ma che in qualche modo hanno fatto la storia della nostra bella Italia.