Home News Yasuo Otsuka, grave lutto nel mondo dei fumetti

Yasuo Otsuka, grave lutto nel mondo dei fumetti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:45

Oggi il mondo dei fumetti è stato colpito da un grave lutto. Yasuo Otsuka ci lascia a 89 anni. La coincidenza sulla sua morte.

Lupin III (Google)
Lupin III (Google)

Yasuo Otsuka è stato un animatore e disegnatore giapponese. La sua morte è arrivata nel mezzo del Tokyo Anime Awards Festival 2021. Otsuka è riconosciuto per aver assunto il ruolo di animatore chiave in La leggenda del serpente bianco, il quale si annovera come il primo lungometraggio animato a colori mai prodotto in Asia.

Inoltre celebre è il progetto a cui ha preso parte, pilot di Lupin III, contribuendo, oltre che con la celebre citazione della Fiat 500, anche con la direzione di molte scene divenute famose. Ed è inoltre direttore della serie animata Conan il ragazzo del futuro.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Harry Potter, una curiosità davvero inaspettata sulla saga

Yasuo Otsuka, un’infanzia difficile e il sodalizio con Miyazaki

Lupin III (Google)
Lupin III (Google)

Il disegnatore ha trascorso davvero un’infanzia molto difficile. La conoscete? Otsuka, infatti, sin da quando era piccolissimo aveva capito che la strada che voleva intraprendere era proprio quella del disegnatore. Infatti da bambino rimase colpito da un lungometraggio d’animazione sovietico e dopo aver finito gli studi si volle trasferire a Tokyo.

Purtroppo per lui non è stato molto semplice il trasferimento, infatti fu costretto a lavorare al Ministero della Salute, nella sezione narcotici. Ma dopo pochi anni si ammalò. Proprio la malattia si mostrò fatale per la sua carriera. Durante gli anni della convalescenza iniziò ad interessarsi alla sua passione e piano piano riuscì a realizzare il suo sogno. Otsuka, inoltre, è il maestro del grande regista Hayao Miyazaki, il quale proprio poco fa ha celebrato una ricorrenza importante.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Johnny Depp, conoscete quel suo tatuaggio? Ecco a cosa è legato

Quest’ultimo vinse l’Oscar per il cartone animato giapponese La città incantata. I due collaborano a lungo, emblematico è il documentario che Miyazaki e il regista Toshiro Uratani, gli dedicarono, dal titolo italiano di La gioia di animare di Yasuo Otsuka.

Un vero e proprio inno alla sua forza espressiva. Ma ora che è giunta la sua fine, Miyazaki lo omaggerà in qualche modo? Noi lo speriamo. Così facendo potrebbe far tornare in vita un uomo che ha fatto sognare tanti bambini e non solo. Che ha reso noto al mondo l’importanza dell’animazione e dei fumetti.