Home Cinema Gabriele Muccino, un cortometraggio inedito: sapete come l’ha girato? Da non crederci

Gabriele Muccino, un cortometraggio inedito: sapete come l’ha girato? Da non crederci

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:20
CONDIVIDI

Gabriele Muccino annuncia l’uscita di un nuovo cortometraggio. Sapete com’è stato girato? Non l’avreste mai detto. Scopriamolo insieme. 

Gabriele Muccino (GettyImages)
Gabriele Muccino (GettyImages)

È online il nuovo cortometraggio firmato da Gabriele Muccino. Living in a Movie è il titolo. Il corto si sofferma sul confine tra la finzione e la realtà. A raccontare questo dissidio sono Marco e Giulia, i due giovani protagonisti della storia interpretati da Eduardo Valdarnini ed Elisa Visari.

Entrambi appaiono testimoni di un grande turbamento, finché arrivano a pensare di star vivendo in un film. Ma la loro salvezza risiede proprio nel regista, che entra in scena per aiutarli a capire qual è la realtà che stanno vivendo. Ma sapete com’è stato girato?

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Gabriele Muccino vs Matteo Salvini, “Niente solidarietà”

Gabriele Muccino, Living in a Movie: un corto girato con…

Gabriele Muccino

Il cortometraggio è stato totalmente girato con uno smartphone. Il progetto è stato ideato per dimostrare le potenzialità del nuovo Xiaomi Mi 11 5G, prodotto da BUDDYfilm con la consulenza di Augmented Creativity. Il regista, in merito a questo progetto, ha dichiarato che l’evoluzione del cinema e lo sviluppo tecnologico vanno di pari passo. Il digitale ha cambiato tantissimi ruoli, in particolare quello del regista, il quale si è visto accelerare alcuni passaggi.

Ha continuato con il dire che la tecnologia di oggi ci consente di avere immagini più nitide rispetto all’occhio umano. Il corto è nato per sponsorizzare il nuovo smartphone caratterizzato da sei funzionalità AI cinema. Tra queste vediamo la Parallel World, che dà l’impressione di un mondo specchiato, la Freeze Frame Video, immobilizza alcune parti del video per creare una sospensione temporale e la modalità Magic Zoom capace di creare l’illusione della videocamera.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Gabriele Muccino, giorno speciale e una valanga d’amore

Ebbene, Xiaomi per promuovere il nuovo modello si è messa in gioco con una sfida molto complicata. Ha voluto riprodurre il cinema senza nessuno strumento utilizzato sul set, ma con il solo cellulare. Il risultato è ottimale, davvero incredibile. Un’operazione degna di nota. Muccino è riuscito ancora una volta a sorprendere il pubblico. La bravura del regista va oltre il materiale che ha a disposizione, ti fa capire che basta poco per fare cinema, ma che senza passione e dedizione non si può realizzare nulla.