Home Cinema Totò, ecco a chi deve il suo nome: una storia assurda

Totò, ecco a chi deve il suo nome: una storia assurda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:18
CONDIVIDI

Totò oggi “rinasce” e festeggia una ricorrenza speciale per lui. Ma scopriamo la storia che si cela dietro il suo nome. 

Totò

Totò, noto anche sotto il nome d Antonio de Curtis, ma il suo vero nome è Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio. Tutto il mondo lo conosce semplicemente come il principe della risata. L’attore napoletano è considerato tuttora uno dei maggiori interpreti nella storia del teatro e del cinema italiano. Ebbene oggi “rinasce” per festeggiare con il suo amato pubblico i suoi 123 anni. Ma scopriamo qualcosa di inedito sulla sua vita.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> Profondo Rosso, il film che ha cambiato la storia di Dario Argento

Totò, quel primato indimenticabile

Totò

L’attore ha da sempre manifestato, sin da piccolissimo, un’attitudine alla recitazione. La sua fonte d’ispirazione erano i tipi umani osservati nel mondo reale. Verso la metà degli anni Venti si avvicina al Varieté, sfoggiando il suo innato talento, esaltato dal suo profilo asimmetrico che si era ritrovato in seguito a un pugno involontario ricevuto durante gli anni del collegio. Poco dopo raggiunse il cinema e dunque il successo.

In trent’anni ha interpretato circa 100 film, conquistando un primato (tuttora imbattuto) di oltre 270 milioni di spettatori. Una storia inaugurata dall’esordio di “Fermo con le mani!”, passata attraverso capolavori di comicità, quali “Totò, Peppino e la malafemmina” e “Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi”, e conclusa dal filone drammatico, cui appartiene il pasoliniano Uccellacci e uccellini. Morì a Roma, il 15 aprile 1967, stroncato da una serie improvvisa di tre infarti. Ma conoscete la primogenita del noto artista? Liliana De Curtis, all’anagrafe Liliana Focas Flavio Angelo Ducas Comneno de Curtis di Bisanzio Gagliardi, è nata dalla relazione che il principe della risata ha avuto con Diana Rogliani. Il suo nome venne scelto da suo padre in ricordo e in memoria dell’attrice e ballerina Liliana Castagnola, suo precedente interesse amoroso e che decise di togliersi la vita per lui.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI >>> “La mia Africa”, così divenne un film: contro Hollywood

Liliana De Curtis ha un breve passato come attrice in film come San Giovanni decollato e Orient Express. A noi non ci resta che fare i più grandi e sinceri auguri ad una persona che ci ha fatto piangere dalle risate. Buon compleanno Totò!