Home Cinema Carlo Verdone, fan lo ferma e gli fa una richiesta assurda

Carlo Verdone, fan lo ferma e gli fa una richiesta assurda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:47

Carlo Verdone è uno degli attori più importanti della storia recente del cinema italiano. Di certo sul suo conto ci sono molte storie simpatiche da raccontare e non solo perché è un uomo di grande ironia.

Carlo Verdone (GettyImages)
Carlo Verdone (GettyImages)

Su Cine 34 va in onda a partire dalle 21.00 il film “Ma che colpa abbiamo noi” diretto sempre da Verdone del 2003 con 120 minuti di durata. La sceneggiatura è curata da Piero De Bernardi, Pasquale Plastino, Verdone stesso e Fiamma Satta. Nel cast dell’opera troviamo oltre al comico romano anche Margherita Buy, Anita Caprioli, Antonio Catania, Lucia Sardo, Stefano Pesce, Massimiliano Amato, Luciano Gubinelli, Sergio Graziani, Remo Remotti e molti altri ancora. La storia è quella di un gruppo che fa psicoterapia di gruppo che inizia a vivere una relazione intensa e che fa riflettere.

LEGGI ANCHE >>> Il dolore di Carlo

Carlo Verdone, quell’incontro assurdoCarlo Verdone

Carlo Verdone è sempre stato una persona molto disponibile e pronto a comportarsi in maniera corretta e simpatica con il suo pubblico. Anni fa mi capitò di avere il piacere di conoscerlo a Villa Borghese alla Casa del Cinema per fare una scoperta davvero molto singolare. Molti di quelli che gli si avvicinavano infatti chiedevano a Carlo informazioni mediche più che cinematografiche. Lui sorrideva e diceva di poter dare dei consigli, ma che sarebbe stato più giusto informarsi da un vero medico.

LEGGI ANCHE >>> Carlo duro colpo sul set

Carlo ha da sempre recitato la parte dell’ipocondriaco, fissato con le medicine e per questo grande conoscitore delle stesse. Questa parte dei suoi film è stata di fatto considerata autobiografica perché, lui stesso, ha ammesso di vivere quelle situazioni nell’intimità della sua vita privata. Tanto che l’Università di Napoli Federico II gli ha conferito la laurea honoris causa in farmacologia e l’Ordine dei Farmacisti gli ha dato un premio per quelle che sono le sue “approfondite conoscenze mediche”. Ovviamente non potrà esercitare ma per lui questa è una notizia piuttosto interessante che fa capire come in lui ci sia padronanza. I suoi personaggi lo confermano sotto diversi punti di vista, cercando di capire come ci siamo trovati di fronte a delle situazioni piuttosto interessanti anche dai personaggi più inattesi.