Home Cinema Il Curioso caso di Benjamin Button, la storia vera: da non credere

Il Curioso caso di Benjamin Button, la storia vera: da non credere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:47
CONDIVIDI

Il Curioso caso di Benjamin Button, la pellicola diretta da David Fincher, nasconde dentro il film una storia vera. Scopriamola. Davvero assurda. 

Il Curioso caso di Benjamin Button andrà in onda questa sera su Iris. La celebre pellicola vanta di un cast stellare. Nei panni dei protagonisti vediamo Brad Pitt e Cate Blanchett, poi vi sono Tilda Swinton, Elle Fanning, Julia Ormond, Elias Koteas. Ma addentriamoci in quella storia che ai più sembrava assurda, invece dentro di essa vi si nasconde un qualcosa di vero. Scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE —> Mondo del cinema in lutto, morto personaggio amatissimo

Il Curioso caso di Benjamin Button: la storia vera che si cela nel film 

Il film racconta l’incredibile storia di un uomo nato vecchio che ringiovanisce con il passare del tempo. Proprio all’interno di questa pellicola si cela una storia vera. Ad un certo punto della storia il protagonista fa amicizia con un pigmeo che confessa di essere stato rinchiuso in una gabbia con le scimmie quando era più giovane. Come racconta il sito dell’Internet Movie Data Base, è esistito davvero un uomo che ha subito le stesse cose raccontate dal personaggio di Oti. Ota Benga è stato uno schiavo congolese. Ota venne portato nella grande metropoli e rinchiuso in una gabbia di scimmie nello zoo del Bronx, per farlo apparire ai newyorkesi come un fenomeno da baraccone. Inoltre, quando gli spettatori andavano passavano dalla sua postazione lui rispondeva lanciandogli contro delle frecce. Ota rimase nello zoo fino al 1906, dati alcuni suoi comportamenti disumani decisero di mandarlo in orfanotrofio, dove rimase fino al 1910.

LEGGI ANCHE —> Michele Placido, il suo messaggio è commovente: attori in lacrime

Iniziò a formarsi e a lavorare fin quando con l’avvento della prima guerra mondiale cadde di una terribile depressione dalla quale non riuscì più a uscire. Si suicidò nel 1916.