Home Musica Albano, frecciata ad Amadeus: c’entra Sanremo?

Albano, frecciata ad Amadeus: c’entra Sanremo?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:59
CONDIVIDI

Albano è tornato a parlare e l’ha fatto lanciando una vera e propria frecciata ad Amadeus. Ma qual è stato il motivo? Ecco i dettagli.

albano

Albano è senza alcun dubbio un cantante che ha fatto la storia della musica. Non servono esempi e chissà quali parole per descrivere la sua carriera. La sua voce è conosciuta in tutto il mondo e le sue canzoni hanno accompagnato intere generazioni e fatto da colonna sonora a molti situazioni. Ma ecco che a far discutere molto spesso è stato il suo carattere e il suo modo di essere. Ed è proprio questo quello che è successo e accaduto questa volta. Ma che cosa è successo? Tutto pare legarsi a Sanremo 2021.

LEGGI ANCHE >>> Albano,ecco le foto del suo matrimonio con Romina Power: immagini che non lasciano indifferenti

Albano non le manda a dire: ecco le sue parole

albano sanremo 2021

Il nativo di Cellino San Marco già un po’ di tempo fa aveva toccato la vicenda, sottolineando come secondo lui sarebbe stato logico e intelligente pensare a un rinvio, vista l’emergenza sanitaria creata dalla pandemia da Covid-19. Questa volta però l’artsta ha affrontato un aspetto totalmente differente e l’ha fatto in un’intervista rilasciata ai microfoni del noto settimanale ‘DiPiù’. Ma che cosa ha detto? Il suo appare come un vero e proprio sfogo.

LEGGI ANCHE >>> Albano fa calare il gelo in studio: accade tutto all’improvviso

Albano ha infatti dichiarato di aver presentato una canzone scritta da Depsa, l’autore della canzone ‘Champagne’ di Peppino di Capri. Il suo brano però non è stato scelto ed è stato escluso. Il 78enne non pare avere il dente troppo avvelenato, per quanto ci ha tenuto a ribadire le sue quindici partecipazioni al Festival. “Ho inviato il mio pezzo quando pensavo che ci sarebbe potuto essere un Festival normale. Tornando indietro non lo rifarei. Questo comunque non c’entra nulla con il fatto che penso che si debba rinviare“, queste le parole del 78enne, che dunque conferma la sua tesi.