Home Televisione Antonella Elia, dramma svelato: dal tumore all’operazione subita

Antonella Elia, dramma svelato: dal tumore all’operazione subita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:33
CONDIVIDI

Antonella Elia ha avuto la forza ed il coraggio di raccontare per la prima volta del tumore e dell’operazione che ha subito: come sta oggi?

antonella elia

Antonella Elia ha avuto la forza ed il coraggio di parlare per la prima volta in maniera approfondita del tumore con cui ha dovuto combattere ormai 5 anni fa, nel 2016: per farlo ha deciso di raccontarsi in una lunga intervista a Panorama, in cui si è messa letteralmente a nudo raccontando di quella drammatica esperienza.

L’attuale opinionista del Gf Vip, finita sotto accusa per le sue frasi molto forti nella lite con Samantha De Grenet, ha avuto modo di svelare che ha dovuto anche subire un’operazione davvero molto delicata per cercare di debellare il carcinoma di 4 centimetri che le era stato diagnosticato.

LEGGI ANCHE >>> Pietro delle Piane ex fidanzato Antonella Elia: ecco perchè si sono lasciati

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Antonella Elia (@antonellaeliatv)

Antonella Elia tumore: “Carcinoma di 4 centimetri”

antonella elia

Un racconto doloroso e drammatico che aveva soltanto accennato in diretta tv durante il reality show di Canale 5 ma che, adesso, ha voluto raccontare senza filtri o censure, con parole dure e crude.

Non mancano, però, le frecciate nei confronti di tutti coloro che l’hanno insultata in questo periodo, deridendo anche la sua malattia ed il periodo che ha dovuto passare. Oggi come sta la showgirl ed opinionista ex fidanzata di Pietro Delle Piane? Ecco le condizioni di salute oggi di Antonella Elia.

LEGGI ANCHE >>> Il Paradiso Delle Signore in pericolo? Paura enorme, il rischio è alto

Oggi per fortuna sembrerebbe essere riuscita, non senza fatica, a stare bene: il tumore, infatti, sembra essere stata sconfitto e la dura e lunga battaglia sembra essere finalmente finita, anche se ovviamente, come del resto è normale che sia, la donna deve continuare a sottoporsi a controlli di routine per sventare qualsiasi minaccia, seppur minima, di recidiva.