Home Televisione Flavio Insinna rimane senza parole in diretta, momento difficile da spiegare

Flavio Insinna rimane senza parole in diretta, momento difficile da spiegare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47

Errore davvero inatteso di una concorrente de ‘L’Eredità’. Ma che cosa è successo? Persino Flavio Insinna è rimasto senza parole.

Flavio Insinna l'eredità

‘L’Eredità’ è senza alcun dubbio uno dei programmi più seguiti e amati dal grande pubblico. Infatti è il quiz show condotto da Flavio Insinna ad accompagnare i telespettatori verso la fascia serale. Un format che, nel corso degli anni, ha fatto la storia di Rai Uno e non solo. Non sono mancate le gaffe e gli errori incredibili e clamorosi dei concorrenti. Ma che cosa è successo questa volta?

LEGGI ANCHE >>> Flavio Insinna denunciato? Ecco dove sta la verità

‘L’Eredità’, la gaffe della concorrente non passa inosservata: il video diventa virale

Eredità Flavio Insinna

Nelle ultime settimane sicuramente ha attirato l’attenzione di tutti i telespettatori la storia del campione Massimo Cannoletta, che ha dominato le scene per davvero tantissimi giorni e tantissimo tempo, portandosi a casa anche una discreta cifre. Ma ecco che, molto spesso, a incuriosire sono gaffe incredibili e davvero difficili da immaginare e da pronosticare. Ed è proprio questo quello che è accaduto nell’ultima puntata della trasmissione.

LEGGI ANCHE >>> Massimo Cannoletta ha una moglie? Tutta la verità sulla sua vita privata

Il conduttore Flavio Insinna ha infatti chiesto alla concorrente qual è la città dove si trova la Torre Eiffel. L’iniziale ovviamente è la P. La signora, molto probabilmente presa dall’emozione e della tensione, ha risposto Pisa, lasciando un po’ tutti, compreso il presentatore, di stucco e senza parole per questo sbaglio. Poco dopo arriva la risposta giusta e corretta. Ormai però la frittata è fatta. Perché, come si sa fin troppo bene, in questi casi i social network non  perdonano mai e non fanno alcun tipo di differenza. Il video della gaffe è diventato virale nel giro di poco tempo. D’altronde l’errore è davvero di quelli che possono esssere definiti clamorosi.