Home Serie TV Nino Frassica, licenziato: il racconto arriva dai 18 anni

Nino Frassica, licenziato: il racconto arriva dai 18 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38

L’attore Nino Frassica in occasione di una intervista ha voluto raccontare un retroscena inedito, mai svelato prima. Ecco di cosa si tratta.

Nino Frassica
Nino Frassica (Getty Images)

Nino Frassica, attore e comico italiano, ha rivelato durante un’intervista alcuni retroscena che non aveva raccontato prima. Questa sera intanto su Canale 5 sarà trasmessa l’ultima puntata della miniserie Fratelli Caputo, in cui Frassica recita insieme a Cesare Bocci.

LEGGI ANCHE >>>Nino Frassica, quel fratello che non ha mai conosciuto: una storia triste

Nino Frassica, il dettaglio mai raccontato prima

 

Nino Frassica
Nino Frassica

Nino Frassica durante una intervista rilasciata al settimanale TV Sorrisi e Canzoni, ha raccontato vari aspetti di sé e anche un retroscena che non aveva svelato mai prima d’ora. L’attore è un volto ormai molto conosciuto e apprezzato dal pubblico da numerosi anni, e ha alle spalle una carriera davvero molto importante. Secondo quanto detto al noto giornale, è emerso un dettaglio che riguarda il suo passato, spiegando di come a 18 anni aveva intrapreso un lavoro da strappatore di biglietti al cinema e in realtà fu subito licenziato. Nel suo racconto ha spiegato che usava strappare i biglietti in 100 pezzi mentre invece avrebbe dovuto farlo soltanto in due parti. Questo a quanto pare fu il motivo per cui venne licenziato in tronco.

LEGGI ANCHE >>>Nino Frassica, quel colpo di fulmine che l’ha stregato

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nino Frassica (@ninofrassicaoff)

Frassica ha anche spiegato che all’età di 20 anni ha fatto l’ippopotamiere allo zoo, travestendosi da animale per poter lavare tutti gli altri esemplari di questa specie. Chiaramente essendo Frassica un personaggio fortemente ironico e divertente, ha sempre puntato sull’ironia e sulle battute raccontando spesso storie senza senso e fantasiose. Anche questi racconti sembrerebbero non essere reali, ma per l’uomo è sempre stato importante per prima cosa giocare con la fantasia, strappando sorrisi al suo pubblico e cercando di non prendersi mai troppo sul serio. Questa sicuramente è una delle qualità che lo fanno essere un personaggio così tanto amato.