Home Storie Flavio Insinna, la sua malattia che in pochi sapevano: “Stavo malissimo”

Flavio Insinna, la sua malattia che in pochi sapevano: “Stavo malissimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13
CONDIVIDI

Flavio Insinna, noto conduttore e attore italiano, si è lasciato andare ad un tragico racconto del suo passato. Quella malattia che non ha voluto raccontare a nessuno.

Flavio Insinna
Flavio Insinna a L’Eredità

Flavio Insinna questa sera, in onda su Rai Premium, sarà presente nella fiction Don Matteo 2, regia di Leone Pompucci e Andrea Barzini. Nel cast vediamo: Terence Hill (don Matteo), Nino Frassica (il maresciallo Cecchini), Insinna (il capitano Anceschi), Gastone Moschin (il vescovo) e tantissimi altri. Siamo ancora una volta di fronte a vari intrighi, delitti e truffe a cui deve far fronte Don Matteo. Ad aiutarlo in questa impresa vi sono il maresciallo Cecchini e il capitano Anceschi. Ma scopriamo qual è stato quel drammatico evento che ha segnato la vita di Insinna.

LEGGI ANCHE —> Flavio Insinna, c’è una grande polemica per lui: rischio boicottaggio?

Flavio Insinna, la confessione: “Ho sofferto di una subdola malattia”

Eredità Flavio Insinna
F. Insinna

Flavio ultimamente l’abbiamo visto al timone de “L’Eredità“, il gioco a quiz di grande successo della televisione italiana. Di recente gli sono stati puntati tutti i riflettori addosso grazie al Campione dello show Massimo Cannoletta, che dopo mesi di partecipazione al gioco ha voluto salutare lo studio. Un uscita magistrale quella del concorrente. Ma veniamo a noi e alla confessione che ci ha fatto il conduttore. Ebbene, anche Flavio ha sofferto della “malattia invisibile”, la depressione. L’attore è riuscito ad uscirne?

LEGGI ANCHE —> Flavio Insinna ci ha ripensato, la sua scelta mette in imbarazzo i fan

Insinna ci ha confessato che è grazie al padre se è riuscito a superare quella subdola malattia. Un legame realmente profondo quello che scorre tra i due. Infatti ha inoltre dichiarato un curioso aneddoto sul padre. Quando quest’ultimo venne a sapere che il figlio voleva fare l’attore e non l’avvocato si chiuse per due giorni nel suo studio, piangendo, senza proferire parola. Un colpo basso per il padre che poi ha accettato. Oggi infatti è il primo della linea a supportarlo e a sostenerlo sempre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)