Home Storie Cesare Bocci, il dramma della moglie: morte sfiorata

Cesare Bocci, il dramma della moglie: morte sfiorata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53
CONDIVIDI

Cesare Bocci, celebre volto di fiction e film, ha dovuto affrontare con la moglie un tragico periodo. Scopriamo di cosa stiamo parlando.

Daniela Spada moglie Cesare Bocci

Cesare Bocci, questa sera in prima serata su Canale 5 sarà protagonista della miniserie “I Fratelli Caputo“, con la regia di Alessio Inturri. Ad accompagnare l’attore in questa avventura vi è il celebre volto comico Nino Frassica. Nella fiction i protagonisti interpretano il ruolo di due fratellastri tra odio e amore inizieranno a contendersi la poltrona di Sindaco a Roccatella. Cesare è unito da diversi anni con la compagna Daniela Spada. Un brutto evento ha colpito la donna. Scopriamolo.

LEGGI ANCHE —> Mia, figlia di Cesare Bocci e Daniela Spada: chi è?

Cesare Bocci, la tragedia: la corsa in ospedale

Cesare Bocci
Cesare Bocci

Cesare ha raccontato quel tragico evento che ha colpito la dolce coppia. Dopo il parto la moglie, Daniela Spada, è stata colpita da un ictus e da un’embolia. La moglie stava per partorire la piccola Mia quando ha avuto quel grave incidente. La bambina è stata concepita in un viaggio a Santo Domingo, e come ha dichiarato l’attore è stato un bellissimo evento concepirla in quel magnifico luogo, perché rimarrà per sempre impresso nella loro mente un ricordo indelebile. Purtroppo le conseguenza di quel parto non sono andate nel migliore dei modi. Infatti dalle parole di Daniela abbiamo evinto che è stato un parto atroce.

LEGGI ANCHE —> Cesare Bocci, nuovo capitolo nella sua vita: un grande onore da Mediaset

Dopo la difficile nascita di Mia, Daniela è dovuta rimanere in ospedale per tre giorni. Finalmente a casa, mentre la stava allattando, è stata colpita da un ictus. Fortunatamente la corsa in ospedale di Bocci le ha salvato la vita. Ma non è finita qui perché una volta arrivati il medico non aveva capito subito che cosa avesse, questo ha procurato l’ira di Cesare. Ma per fortuna è arrivata un’altra dottoressa che ha preso in mano la situazione risolvendola nel migliore dei modi.