Home Personaggi Figli Pino Daniele, il giorno più buio: dimenticare è impossibile

Figli Pino Daniele, il giorno più buio: dimenticare è impossibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:50

Sicuramente uno dei giorni più brutti nella vita dei figli di Pino Daniele è stato quello della morte del padre. Un dolore incancellabile.

Pino Daniele
Pino Daniele (Getty Images)

Impossibile cancellare dalla memoria uno dei momenti più brutti della propria vita e i figli di Pino Daniele sicuramente non potranno mai dimenticare il giorno della scomparsa del padre. Daniele è stato uno straordinario cantautore, che è rimasto per sempre nei cuori di tutti i suoi fan. Indimenticabile esponente del patrimonio discografico italiano, le sue canzoni rimarranno per sempre nella storia.

LEGGI ANCHE >>>Pino Daniele “torna” in televisione: rivivrà dentro una persona speciale

Figli Pino Daniele, un dolore immenso

Pino Daniele
Pino Daniele

Sicuramente per i figli di Pino Daniele è impossibile dimenticare il giorno in cui è venuto a mancare il proprio padre. Oggi si celebra infatti l’anniversario della scomparsa dell’uomo, avvenuta il 4 gennaio del 2015. Daniele aveva avuto ben cinque figli da due matrimoni diversi. I primi due erano nati dall’unione con Dorina Giangrande, una corista con cui ha messo al mondo Alessandro e Cristina. All’inizio degli anni ’90 invece il cantante si innamora di Fabiola Sciabbarrasi, che aveva conosciuto un giorno a casa del grandissimo attore Massimo Troisi. Fra di loro scattò subito una grandissima intesa e amore e diedero alla luce ben tre figli, Sara, Sofia e Francesco. Poi nel 2013, arriva la crisi fra di loro e l’uomo decide di ricostruirsi una vita con Amanda Bonini, donna con cui rimarrà fino alla fine della sua vita. Poi è arrivato il giorno più buio, quel 4 gennaio maledetto quando Pino fu colto da un malore e per lui non ci fu niente da fare.

LEGGI ANCHE >>>Sara figlia Pino Daniele, in quarantena a casa Hunziker: il motivo è sorprendente

Per coloro che lo avevano amato non è stato facile accettare questa scomparsa, ma per i figli fu un vero e proprio trauma e dolore immenso. Il più piccolo, Francesco, era ancora un bambino all’epoca e dovette capire che non avrebbe mai più rivisto il padre. Tali traumi ti fanno crescer in fretta e spesso possono anche farti distogliere dalla retta via, come è successo a Sara. La ragazza all’inizio si dimostrò forte e corazzata, ma poi affrontò momenti difficili in cui iniziò anche a bere, come riportato anche da Vanity Fair. Tra i figli poi c’era anche Alessandro, quello che forse somiglia maggiormente al padre e che da lui ha preso la passione per la musica. Con lui ha avuto modo di lavorare e di fargli anche da manager. Un enorme vuoto dunque si venne a generare nella vita di tutti i figli, che non si può spiegare, capire o colmare.