Home Storie Giorgio Panariello fa chiarezza: “Non sono un traditore”

Giorgio Panariello fa chiarezza: “Non sono un traditore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

Giorgio Panariello, showman italiano, ha raccontato un evento che ha caratterizzato il suo passato. Scopriamolo insieme. 

Giorgio Panariello (GettyImages)
Giorgio Panariello (GettyImages)

Giorgio Panariello, attore, comico, imitatore, showman italiano oggi, alle 19.05 su Cine 34, sarà protagonista nel film “Ti amo in tutte le lingue del mondo“, diretto ed interpretato da Leonardo Pieraccioni. L’attore indossa i panni di Cateno Rovai. Una commedia incentrata sulla figura di un professore che riceve avance da una sua allieva minorenne, ma poi si scoprirà non essere l’unica invaghita dell’uomo. Ma scopriamo quel tragico evento del passato di Giorgio.

LEGGI ANCHE —> Giorgio Panariello era malato? Il dramma dell’attore: “Dolori lancinanti”

Giorgio Panariello, quel tragico evento del suo passato

Anni fa Panariello è stato oggetto di una polemica politica. Il problema è stato presentato da alcuni abitanti di Montignoso, una cittadina dove il comico ha vissuto a lungo, per fa sì che lo showman non ricevesse la cittadinanza onorario del posto. Ma noi ci chiediamo come mai i cittadini si sono schierati contro l’attore? Ebbene, pare proprio che si sia procurato l’astio dei compaesani, quando decise di collaborare come consulente dell’allora sindaco Prato Roberto Cenni, esponente del centrodestra toscano. Panariello ha smentito l’accusa di essere un traditore politico, definendosi di sinistra, ma ritiene ormai superati questi radicalismi. Ha inoltre aggiunto che la sua scelta è stata motivata da un legame d’amicizia che c’era tra i due. Infatti sapete chi è Cenni?

LEGGI ANCHE —> Claudia Maria Capellini fidanzata Giorgio Panariello: importante dichiarazione

Proprio Prato Roberto Cenni è stato uno tra i primi finanziatori degli spettacoli di Giorgio. Chissà come si sarà risolta la questione, ma oggi godiamoci e celebriamo questo felice Natale con un po’ d’allegria. Quindi accendiamo la televisione e gustiamoci “Ti amo in tutte le lingue del mondo” per farci infondere amore e gioia.