Home Cinema Maria Grazia Cucinotta, quel film ha segnato l’inizio delle sue ansie

Maria Grazia Cucinotta, quel film ha segnato l’inizio delle sue ansie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
CONDIVIDI

Maria Grazia Cucinotta si lascia andare ad un racconto del suo passato. Interpretare quel ruolo le ha messo molta ansia. Di che film stiamo parlando?

Giulio Violati marito Maria Grazia Cucinotta: "Il 2020 sarà il nostro anno"

Maria Grazia Cucinotta, attrice produttrice ed ex modella italiana, ha esordito nel mondo dello spettacolo grazie al concorso di bellezza Miss Italia, da quel momento è stato un percorso di successi. Scelta da Arbore, ha iniziato a fare la valletta per il programma Indietro tutta, per poi esordire a cinema. Il Postino di Massimo Troisi ha permesso all’attrice di farsi conoscere da tutti. Successivamente è arrivata un’altra importante collaborazione per l’ex modella, quella con Leonardo Pieraccioni. Proprio durante le riprese della sua pellicola è iniziata a salire l’ansia nell’attrice.

LEGGI ANCHE —> Avete mai visto la figlia di Maria Grazia Cucinotta? È più bella di lei

Maria Grazia Cucinotta, il racconto: “Sentivo la pressione del giudizio”

maria grazia cucinotta

Ebbene, la Cucinotta dopo il grande successo del Postino fu scelta da Leonardo Pieraccioni per il ruolo da protagonista nel suo film “I Laureati“. Era la sua seconda pellicola vera e propria e infatti ha ammesso in quella circostanza di aver avvertito la pressione del giudizio, tutti si aspettavano di vedere come sarebbe stata in quel ruolo. Dopo la sua partecipazione nel film di Troisi tutti avevano delle aspettative molto alte di Maria Grazia e questo le ha provocato l’ansia. Ma fortunatamente il tutto si è risolto nel migliore dei modi ed il film è stato un grande successo. Proprio oggi alle 19.15 andrà in onda questa pellicola su Cine 34.

LEGGI ANCHE —> Maria Grazia Cucinotta, una confessione davvero inattesa: fan preoccupati

Ne “I LaureatiMaria Grazia indossa i panni di Letizia, una modella e sorella di Rocco (Papaleo), la sua presenza stravolgerà le sorti dei quattro amici universitari. Questa pellicola consacra Pieraccioni alla regia. Lui stesso aveva raccontato come inizialmente voleva solo recitare, ma poi il produttore Vittorio Cecchi Gori lo convinse che sarebbe stato in grado di farcela. Ed oggi eccoci dopo 25 anni a rivedere il grande film.