Home Televisione Inviato finisce in ospedale: paura a Striscia la Notizia

Inviato finisce in ospedale: paura a Striscia la Notizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:13

Vero e proprio caos in quel di ‘Striscia La Notizia’. Un inviato infatti finisce addirittura in ospedale. Ma che cosa è successo?

inviato striscia la notizia

‘Striscia la Notizia’ negli ultimi giorni è prepotentemente tornato sotto la luce dei riflettori e della ribalta. Il riferimento è in  primis al ritorno  sul bancone del tg satirico della coppia formata da Enzo Iacchetti ed Ezio Greggio, causata dall’addio definitivo di Ficarra e Picone. Ma si sa però che i protagonisti del programma targato Mediaset sono senza alcun dubbio anche gli inviati. Tra i più c’è Valerio Staffelli. E per questo c’è stato davvero un grosso problema. Ma che cosa è successo?

LEGGI ANCHE -> Rai contro Mediaset, lo scontro si riaccende? Striscia La Notizia di mezzo

Inviato ‘Striscia la Notizia’ in ospedale: paura per Valerio Staffelli

valerio staffelli

Tutto è avvenuto durante la consegna del classico Tapiro d’Oro a Roberto Bolle. Stavolta però non tutto è andato per il meglio. Questo perché il celebre ballerino avrebbe cercato in tutti i modi di dribblare il blitz dell’inviato di Striscia. Ed ecco che il buon Staffelli si sarebbe trovato con un piede schiacciato dal taxi che aveva appena preso proprio lo stesso danzatore. Insomma, un incidente a tutti gli effetti. Ma come sta il protagonista del tg satirico ideato da Antonio Ricci? L’uomo è stato trasportato al pronto soccorso in codice giallo, ma le sue condizioni non destano comunque particolare preoccupazione.

LEGGI ANCHE -> Valerio Staffelli, ecco il grande lutto che ha toccato l’inviato di ‘Striscia la notizia’

Ma perché ‘Striscia la notizia’ ha puntato Bolle? Il tutto è avvenuto perché il 7 dicembre, durante la riapertura della Scala, in onda su Rai Uno, è andato in scena un balletto definito inedito. Ma, secondo la ricostruzione della trasmissione, questo in realtà sarebbe il rimontaggio di una precedente esibizione registrata alla Scala e già proiettata in occasione del 75esimo anniversario dell’ONU.